La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 19 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ex Policlinico, passo in avanti verso la demolizione e ricostruzione

Parere favorevole della Commissione locale per il paesaggio al progetto che prevede la demolizione e ricostruzione dell'edificio. Il prossimo passaggio è l'esame della giunta comunale: la demolizione nel 2022

La Guida - Ex Policlinico, passo in avanti verso la demolizione e ricostruzione

Cuneo – Il percorso del piano di recupero dell’ex Policlinico ha compiuto un passo in avanti importante con il parere favorevole della Commissione locale per il paesaggio. A fine settembre il progetto ha ottenuto il parere favorevole all’unanimità della Commissione locale del paesaggio, che ha quindi dato il via libera alla soluzione presentata dal proprietario privato. 

Il piano di recupero dovrà superare adesso ulteriori passaggi tecnici, a iniziare dal via libera della giunta comunale per le controdeduzioni alle osservazioni presentate nei mesi scorsi da cittadini e associazioni. In caso di approvazione del Piano recupero da parte della giunta, il percorso autorizzativo che precede l’avvio dei lavori, richiederà ancora la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione e la successiva sottoscrizione della convenzione urbanistico-edilizia. L’iter potrebbe quindi concludersi nel 2022 con il via libera al piano di recupero dell’edificio in corso Dante, angolo via Bassignano, inutilizzato da oltre trent’anni e. il permesso di abbattere e ricostruire. 

Il piano, presentato nel 2019 dalla Sima Dati Sas con progetto e revisione a cura degli architetti Gianni Arnaudo e Silvia Oberto prevede la demolizione dell’edificio esistente e la ricostruzione di un immobile di 7 piani fuori terra all’angolo e due in meno nelle maniche laterali (“in allineamento in altezza con gli edifici vicini”), per complessivi 3.300 metri quadrati, in gran parte con destinazione residenziale (28 alloggi) e per 660 metri quadrati con destinazione terziaria al primo piano, con autorimesse sotterranee. Nella revisione è stata modifica la proposta relativa al tetto, non più curvo, in quanto giudicato impattante, ma piano. Oltre agli oneri di urbanizzazione (circa 250.000 euro) il proprietario dovrà corrisponde extraoneri quantificati in 533.000 euro (o in alternativa in un’opera pubblica da definire), che saranno utilizzati per la riqualificazione del quartiere e sono legati al cambio di destinazione d’uso da servizi a residenziale e commerciale.

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente