La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 19 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ferrovie, in Piemonte servizio ancora ridotto all’85% delle corse pre Covid

Situazione insostenibile alla luce del ritorno in presenza della attività scolastiche e lavorative

La Guida - Ferrovie, in Piemonte servizio ancora ridotto all’85% delle corse pre Covid

Cuneo – Figura anche il Gruppo Pendolari Cuneo – Torino tra i firmatari della lettera inoltrata all’assessore regionale ai Trasporti, Marco Gabusi, al direttore dell’AMP (Agenzia della Mobilità Piemontese), Cesare Paonessa, e al direttore di Trenitalia Piemonte, Marco Della Monica, per chiedere in Piemonte il ripristino del servizio ferroviario ai livelli del pre Covid.
Associazioni, gruppi e coordinamenti firmatari fanno parte del Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile, che porta all’attenzione dei vertici regionali e degli attori del comparto il fatto che “il Piemonte – si legge nel documento – è l’unica regione, a livello nazionale, ad avere un SFR (Servizio ferroviario regionale) ancora con servizio ridotto all’85% delle corse pre-Covid”, proprio quando la ripresa delle attività scolastiche, universitarie e lavorative in presenza comporta un incremento della mobilità delle persone. Dal 15 ottobre, infatti,  – sottolineano i firmatari – è previsto “il rientro al 100% in presenza per i dipendenti pubblici”. Di qui la necessità di “garantire alle persone, soprattutto quelle residenti in territori marginali, il diritto alla mobilità e la restituzione di un servizio pubblico degno di questo nome”.
“Attualmente – prosegue il Coordinamento – il servizio ferroviario sconta parecchie problematiche che abbiamo più volte segnalato nei mesi scorsi, a partire da settembre 2020, senza che alcun intervento risolutivo sia stato attuato, causando ancora oggi disservizi e l’impossibilità di utilizzare la mobilità su ferro in molte fasce orarie pendolari feriali, situazione che peggiora sensibilmente nei fine settimana, con ad esempio alcune località turistiche totalmente isolate (vedi Acqui Terme, Casale Monferrato, Limone Piemonte, ecc.). Vale la pena rimarcare che il servizio in vigore oggi è lo stesso in vigore al 15/08/2020, ma da allora la mobilità è incrementata, anche con parametri a due cifre, senza che questo abbia comportato il benché minimo intervento di potenziamento”.
Di qui l’invito a prevedere anche la riattivazione delle tratte attualmente sospese e a favorire, secondo i parametri dettati dall’Europa, la transizione ecologica, tanto più considerando che gran parte delle risorse stanziate nel PNRR riguarderà il trasporto pubblico di massa.
Il Coordinamento richiede, quindi, “un incontro congiunto con l’Assessorato ai Trasporti della Regione Piemonte e l’Agenzia della Mobilità Piemontese, per la costruzione partecipata della programmazione del TPL piemontese e delle linee di attuazione del prossimo contratto di servizio SFR, in definizione”.

Richiesta Ripristino corse ferroviarie Piemonte

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente