La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 20 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Al Don Bosco il “Faust” di Gound

La produzione dell’Opera di Parigi andrà in scena sul palco virtuale della sala della comunità il 29 settembre

La Guida - Al Don Bosco il “Faust” di Gound

Cuneo – Sarà la rappresentazione di “Faust”, opera in 5 atti del 1859 musicata da Charles Gound su libretto di Jules Barbier e Michael Carré, ad aprire gli appuntamenti con la grande musica e il balletto che vengono proposti sullo schermo virtuale del Cinema Teatro Don Bosco per consentire al pubblico cuneese di vivere in contemporanea le rappresentazioni della Royal Opera House di Londra e quest’anno anche dell’Opéra Nationale di Parigi. Produzione del celebre teatro francese registrata a marzo 2021 senza pubblico all’Opera Bastille, lo spettacolo andrà in scena il 29 settembre alle 19. A dare vita all’immortale e tragica epopea di Faust saranno l’orchestra e il coro dell’Opera di Parigi, diretti rispettivamente da Lorenzo Viotti e José Luis Basso. 

Frustrato dalla vana ricerca della conoscenza, l’erudito vecchio Faust (Benjamin Bernheim) vende la sua anima a Mephistophele (Christian Van Horn) in cambio dell’eterna giovinezza e della bella Marguerite (Ermonela Jaho). 

Rielaborando la leggenda resa popolare da Goethe, Gounod si concentra sulla storia d’amore. La sua decisione di alleggerire la portata filosofica della narrazione gli ha permesso di bilanciare scene in cui il soprannaturale richiedeva qualcosa di visivamente spettacolare con un microcosmo parallelo governato da azioni e sentimenti interiori. La partitura di Gounod è un tour de force di invenzione melodica la cui composizione vocale rivela l’abilità del compositore nel trasmettere emozioni sincere ed immediate. 

Il regista tedesco Tobias Kratzer riflette sull’ossessione della società contemporanea per l’eterna giovinezza. Con la sua scenografia sofisticata, la sua produzione oscilla tra iperrealismo e magia, il mondo di oggi e l’atmosfera inquietante del romanticismo tedesco.

I posti disponibili in sala sono 110, accesso consentito solo con green pass. La sala apre un’ora prima dello spettacolo e pertanto si consiglia di presentarsi in anticipo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente