La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 26 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

In mille in piazza Galimberti per dire no al green pass

Anche il filosofo Diego Fusaro alla serata che si è concentrata sull’analisi di quella che, secondo gli organizzatori, è “l’infame tessera verde”

La Guida - In mille in piazza Galimberti per dire no al green pass

Cuneo – Circa un migliaio di persone si sono radunate ieri, mercoledì 15 settembre, in piazza Galimberti, per ascoltare il filosofo Diego Fusaro intervenuto nell’ambito della serata di protesta organizzata dal coordinamento provinciale free vax no-green pass.

Tutta la serata si è concentrata sull’analisi di quella che, secondo gli organizzatori, è “l’infame tessera verde” che “lungi dall’essere uno strumento di natura sanitaria, si sta dimostrando ogni giorno di più uno strumento politico di controllo sociale”.

Ad apertura della serata è intervenuto il consigliere comunale Giuseppe Lauria che ha sottolineato la “natura discriminatoria del green pass”. A seguire Alessandro Balocco, italexit Cuneo, ha parlato “a difesa del diritto al lavoro e allo studio per chi liberamente decide di non sottoporsi a un vaccino sperimentale non obbligatorio”.

Riccardo Visetti ha posto l’accento “sulle contraddizioni di questi mesi da parte del governo”, seguito da Davide Bocco che, dopo una panoramica sulla “deriva attuale”, ha introdotto l’intervento di Diego Fusaro.

Il filosofo ha poi spiegato quelli che a suo dire “sono i veri scopi del green pass che nulla hanno a che fare con la situazione sanitaria attuale”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente