La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 9 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Autotrasportatori: difficile sulle strade della Granda rispettare i tempi di guida e di riposo

Lettera al Prefetto di Cuneo dell'associzione Astra, per sollecitare deroghe temporanee e interventi da parte del Ministero delle Infrastrutture

La Guida - Autotrasportatori: difficile sulle strade della Granda rispettare i tempi di guida e di riposo
Tangenziale di Fossano

Tangenziale di Fossano

Cuneo – Astra Cuneo, l’associazione che riunisce più di 500 aziende di autotrasporto della Granda e delle province limitrofe, ha rivolto in queste ore un appello al Prefetto di Cuneo, Fabrizia Triolo, affinché intervenga presso il Ministero delle Infrastrutture sollecitando un provvedimento idoneo a permettere il regolare rispetto dei tempi di guida e di riposo sul territorio provinciale da parte dei conducenti di mezzi pesanti.
“Le carenze e le inadeguatezze infrastrutturali della provincia di Cuneo – spiega Diego Pasero, presidente di Astra Cuneo – provocano perdite di tempo sempre più spesso incompatibili con il necessario rispetto, da parte degli autisti, dei tempi di guida e riposo previsto dal regolamento europeo n. 561/2006. Proprio questa normativa comunitaria prevede, tuttavia, la possibilità per gli Stati membri di introdurre deroghe temporanee all’applicazione della disciplina in oggetto in caso di situazioni transitorie di necessità (come nel caso della tangenziale di Alba verso Asti, oggetto di lavori da parte dell’Anas, la cui conclusione è stata sollecitata sempre da Astra Cuneo, ndr). Ancora, è lo stesso regolamento ad evidenziare che è compito dei singoli Stati, anche mediante l’adozione di norme nazionali, garantire un opportuno livello di tutela dei conducenti e della possibilità in capo agli stessi di poter applicare la normativa dei tempi di guida e riposo tenendo conto di eventuali criticità e situazioni emergenziali”.
L’associazione dei trasportatori chiede, inoltre, al Prefetto “un urgente intervento al fine di sensibilizzare il Ministero dell’Interno, i Prefetti delle province limitrofe e di conseguenza le Forze dell’ordine dedite ai controlli su strada affinché tengano conto degli impedimenti e delle difficoltà nel rispetto della normativa sui tempi di guida e riposo che devono subire i conducenti e le imprese di autotrasporto operanti nella provincia di Cuneo”.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente