La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 30 novembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Il green pass non garantisce il libero accesso ad ospedali e pronti soccorso”

Per accedere ad ospedali, Rsa e strutture assistenziali è necessario prendere appuntamento. Nei pronti soccorso si può accedere alla sala d'attesa, alle sale visite solo se necessario

La Guida - “Il green pass non garantisce il libero accesso ad ospedali e pronti soccorso”

Cuneo – “Il green pass non garantisce il libero accesso ad ospedali e pronti soccorso. È doveroso ricordare che lo stato d’emergenza è stato prorogato fino a fine anno”. Parole dell’Asl Cn1 che fa chiarezza in merito alle disposizioni contenute nel decreto secondo il quale chi è munito di certificato verde può accedere alle sale d’attesa dei pronto soccorso e visitare i parenti ricoverati in ospedale. “È così, ma entro certi limiti. L’accompagnamento di un paziente all’interno del pronto soccorso è limitato alla sala d’attesa – spiegano dall’Asl Cn1 -. L’accesso all’interno delle sale visite è possibile solo quando è davvero necessario; la valutazione del singolo caso è a discrezione del personale di triage. Per quanto riguarda le persone ricoverate, le visite sono consentite solo su appuntamento e questo va concordato con il reparto, come da disposizioni regionali”.

La certificazione vaccinale permette inoltre di far visita a un malato o a una persona anziana nelle strutture sanitarie e sociosanitarie come Rsa, case di riposo e strutture per la riabilitazione, ma anche in questo caso è necessario prendere appuntamento.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente