La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 23 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Green pass: le Acli ci stanno, ma via all’obbligo di controllo sui gestori

Dalle Acli provinciali Cuneo arriva la richiesta di sollevare i gestori di circoli e locali pubblici dall’obbligo di controllo del Green pass. Devono essere i cittadini ad averlo con sé in caso di controllo delle Forze dell'Ordine

La Guida - Green pass: le Acli ci stanno, ma via all’obbligo di controllo sui gestori

Cuneo – “Non si deve accollare ai gestori dei locali pubblici l’obbligo di effettuare i controlli sul certificato vaccinale dei loro clienti; vanno invece responsabilizzati i cittadini, che debbono essere consapevoli della necessità di poter dimostrare, in caso di verifica, di essere in possesso del Green pass”.
È questa, in sintesi, la richiesta che le Acli provinciali cuneesi avanzano agli esponenti politici, nell’imminenza dell’entrata in vigore della legge che prevede il controllo del certificato vaccinale da parte dei gestori dei circoli e dei locali pubblici, comprese le piccole realtà.
“Siamo assolutamente d’accordo sulla necessità di essere vaccinati per contrastare la diffusione del Covid – dicono i componenti della presidenza – come pure sulla opportunità che ciascuno sia in possesso del certificato vaccinale o green pass, ma chiediamo che siano rese consapevoli le persone che frequentano gli esercizi che, se vogliono accomodarsi al chiuso, devono essere in regola con il
pass vaccinale e devono poterlo mostrare in caso di richiesta da parte delle Forze dell’Ordine. In questo modo, gli esercenti e i gestori possono essere sollevati dall’obbligo di un controllo che, al massimo, potrebbero praticare su base volontaria”.
Le Acli di Cuneo propongono concretamente che venga affisso un cartello in ogni locale pubblico in cui si ricordi a chi si siede al chiuso, che la legge prevede di avere con sè il green pass cartaceo o sul telefonino e che, in caso di mancato possesso, al momento del controllo da parte delle Forze dell’Ordine, c’è una multa da pagare.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente