La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 20 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Maltempo, danni per 32 milioni di euro su 10.000 ettari

Le prime stime degli effetti di nubifragi e grandinate sul Piemonte in queste settimane, secondo la Coldiretti

La Guida - Maltempo, danni per 32 milioni di euro su 10.000 ettari

Cuneo – Diecimila ettari di coltivazioni distrutte e 32 milioni di euro tra produzioni e strutture: è questa la conta dei danni del maltempo in Piemonte tra fine giugno e luglio, secondo i dati diffusi oggi (lunedì 2 agosto) da Coldiretti Piemonte.
“Continua il clima pazzo di quest’estate in Piemonte – sottolinea l’organizzazione – segnata da continue e pesanti grandinate, piogge torrenziali, vento forte, frane e smottamenti che stanno mandano in fumo 10.000 ettari di colture per una stima di danni che ammonta a 32 milioni di euro tra produzioni e strutture duramente colpite. Si tratta solo dell’ultimo capitolo di una estate segnata fino ad ora, a livello nazionale, da ben 789 eventi estremi tra bombe d’acqua, trombe d’aria, grandinate e temporali violenti lungo tutta la penisola secondo l’analisi Coldiretti su dati dell’European Severe Weather Database (Eswd). E tra gli eventi estremi sono praticamente triplicate le grandinate con 11 tempeste di ghiaccio al giorno dall’inizio dell’estate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.
Nel fine settimana appena trascorso ci sono state ancora forti grandinate soprattutto nel cuneese, a Verzuolo dove a causa del vento e della grandine è caduto un impianto antigrandine, e anche nei Comuni di Manta, Vottignasco, Fossano, Villafalletto (dove sono stati necessari i trattori per pulire la strada dalla grandine), Lagnasco, Piasco e Mondovì dove sono andati pressoché distrutti alcuni pescheti, e nella provincia di Asti, in particolare ad Albugnano. A farne le spese sono soprattutto il mais, i cereali, la frutta, le verdure e la vite. Dalle pesche ai mirtilli e, più in generale i piccoli frutti, dalle mele alle susine, dalle albicocche alle zucchine, dalle insalate ai pomodori: a rischio il meglio delle colture stagionali del Piemonte.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente