La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 27 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Alta velocità in corso IV Novembre a Cuneo, no velox ma controlli

La risposta della Prefettura al comitato di quartiere Cuneo Centro, che aveva chiesto interventi per far rispettare i limiti e garantire più sicurezza

La Guida - Alta velocità in corso IV Novembre a Cuneo, no velox ma controlli

Cuneo – L’esposto presentato dal comitato di quartiere Cuneo Centro per interventi contro l’alta velocità dei veicoli in corso IV Novembre e sulle esigenze di far rispettare i limiti per sicurezza stradale ha ricevuto una risposta dalle istituzioni coinvolte: la Prefettura ribadisce che “la normativa vigente non consente l’installazione di sistemi di rilevamento a distanza sulle arterie classificate urbane”, come in questo caso. La nota dell’Ufficio territoriale del governo riporta anche che “l’amministrazione comunale ha assicurato di aver intensificato i controlli di polizia stradale”. In particolare, nella nota si segnala come il Comune stia “prevedendo il miglioramento della sicurezza dell’attraversamento pedonale sito di fronte all’istituto scolastico Grandis (…) e valutando l’installazione di un impianto semaforico pedonale, a scopo di ridurre la velocità dei veicoli transitanti”.
Il comitato di quartiere Cuneo Centro sottolinea che “in seguito alla ricezione di numerose segnalazioni da parte dei residenti, ha da tempo indicato all’amministrazione comunale la necessità di interventi per indurre al rispetto del limite di velocità su corso IV Novembre. L’interlocuzione ha visto coinvolta anche la Prefettura, alla quale il Comitato ha fatto presente i rischi di incolumità per i pedoni, così come per le stesse autovetture, dovuti all’eccessiva velocità di percorrenza del corso in questione”.
“Poiché le segnalazioni risalgono già a circa due anni fa, ci auguriamo che gli interventi elencati siano messi in opera nel minor tempo possibile”, riferisce ancora il comitato.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente