La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 24 gennaio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

A Monterosso la chiesa di Sancto Lucio è ricca di opere d’arte

Visita a Coumboscuro, nel vallone laterale della valle Grana

La Guida - A Monterosso la chiesa di Sancto Lucio è ricca di opere d’arte

 

Monterosso Grana – Coumboscuro nel comune di Monterosso Grana è il vallone laterale della valle Grana. Qui negli anni cinquanta è stato fondato “Coumboscuro Centre Prouvençal”, che ha dato vita ad una prima riscoperta della civiltà provenzale in Italia. Chi sale a Sancto Lucio, che si trova a 1050 metri di altezza, può visitare la chiesa parrocchiale caratterizzata da una facciata in pietra locale e dal campanile romanico. La chiesa è ricca di opere d’arte di tutte le epoche. Il barocco è rappresentato dalla pala d’altare, la statua dell’Addolorata, la Crocifissione e il Cristo. Non manca l’arte contemporanea alpina con le opere di Pèire Rous (scultore della scuola d’intaglio di Coumboscuro) con l’altare; Beppe Viada con il suo “Sus li pià dal Crist” (sulle orme del Cristo) composto di dodici statue lignee, Bernard Damiano, nativo di Coumboscuro, uno dei “massimi pittori espressionisti europei” (Martina Corgnati): “Vita di Santa Lucia” (affreschi), “Via Crucis” (acquarelli), “Lou Crist Sagnant”, il Cristo sanguinante. Nel concentrico sono dislocate grandi statue. Bernard Damiano autore di Fra dal Couvent (statua in bronzo); il Totem delle leggende (opera realizzata con Peire Rous); Peire Rous: Cristo dolente Crocifissione (pilone a monte dell’abitato)

A Sancto Lucio, in una modesta aula con parquet, stufa a legno e soffitto con grandi travi, ha sede la piccola Escolo. In questa pluriclasse alpina, unica in Italia, da oltre cinquant’anni si sperimenta il plurilinguismo che integra l’insegnamento delle lingue italiano, francese e provenzale. A Sancto Lucio si può visitare inoltre la raccolta del Museo Etnografico della Civiltà Provenzale alpina, frequentare la biblioteca ed il Centro di Documentazione, percorrere La draio il sentiero d’arte sulla montagna. Ci sono anche diversi gli eventi durante l’anno: all’Epifania Journ di Réi, teatro di musica pastorale; la seconda domenica di luglio il pellegrinaggio nelle lingue provenzaleggianti alpine con il Roumiage a la Vierge Adoulourado; ad agosto la rassegna musicale Festenal, popoli e culture d’Europa; a fine agosto il Roumiage, incontro delle genti tra Piemonte e Provenza. I contatti sono: telefono 0171.98707 o 328.6039251, email info@coumboscuro.org.

All’ombra del Mezzogiorno, un tour intorno al massiccio del Beccas del Mezzodì, che unisce Paraloup (Rittana), Vanet (Demonte) in valle Stura a Coumboscuro (Monterosso), in valle Grana. Un rifugio, e due agriturismi sono i luoghi dell’uomo, dell’accoglienza e del ritrovo. Un’affascinante rete di sentieri è la via per scoprire le Alpi Cozie in tutte le stagioni; due prestigiosi istituti culturali sono i garanti di servizi, musei, eventi, Roumiage, rassegne espositive. Un tour tra natura e cultura. Il tutto A l’oumbro dal Mesjourn, allo Zenith, quando i passi sono “senza ombra”: viatico di cieli azzurri e di buon viaggio. Il tour può essere intrapreso a piacere da una delle tre strutture agriturismo di Vanet e  Marquion e dal rifugio Paraloup, in senso orario od antiorario. Le tappe Paraloup-Vanet e Vanet-Marquion sono di un giorno. Marquion-Paraloup è il percorso più breve ed il programma comprende mezza giornata di visita a Coumboscuro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente