La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 16 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Bombe di fiori” al Parco fluviale per salvare le api

Iniziativa di Slow Food con Pro Natura e Legambiente

La Guida - “Bombe di fiori” al Parco fluviale per salvare le api

Cuneo – Uno degli obiettivi primari dello Slow Food è la tutela della biodiversità, mediante la promozione di un’agricoltura sostenibile e rispettosa dell’ambiente naturale. Elemento fondamentale per raggiungere tale obiettivo è la tutela e la conservazione del patrimonio apistico. Le api, con la loro attività di impollinatori, rappresentano un’importante garanzia per la biodiversità: circa l’80% delle piante spontanee dipendono almeno in parte per la loro fecondazione dall’impollinazione di questi insetti, come pure circa il 40% delle produzioni agricole mondiali.
L’evento proposto dalla Condotta Slow Food di Cuneo e valli venerdì 4 giugno presso il Parco fluviale Gesso e Stura, in collaborazione con Pro Natura e Legambiente, si prefiggeva lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo importante tema. Un nutrito gruppo di rappresentanti delle tre associazioni, con il contributo di alcuni bambini molto entusiasti, si è ritrovato presso la Casa del fiume per preparare le “bombe di fiori”. Sono state create piccole palline con polvere di argilla, terriccio e una miscela di semi presenti in natura sul nostro territorio, innaffiati con dell’acqua. Le bombe sono poi state lanciate nei terreni circostanti caratterizzati da una scarsa vegetazione. Sono anche state messe a dimora alcune piante di lavanda, il cui fiore è particolarmente gradito alle api.
Le api e molti altri insetti pronubi sono messi in pericolo da un’agricoltura intensiva basata sulle monocolture e dall’utilizzo massivo di prodotti chimici, particolarmente nocivi per le api, con conseguenti gravi morie. A tutto ciò si aggiungono i mutamenti climatici, oltre alla comparsa di nuovi parassiti, quali la varroa.
“Ognuno di noi, anche nel piccolo – spiegano da Slow Food -, può fare qualche cosa per contrastare questo preoccupante fenomeno: non utilizzare sostanze nocive nei giardini e negli orti, e piantare e seminare fiori graditi alle api. Oltre a salvare le api, contribuiremo alla sopravvivenza della nostra stessa specie”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente