La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 30 luglio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Lavoro minorile nel mondo

160 milioni di bambini sono costretti a lavorare e altre 9 milioni corrono lo stesso rischio a causa della pandemia

La Guida - Lavoro minorile nel mondo
Lavoro minorile

 

In occasione della Giornata mondiale che si celebra il 12 giugno, l’Organizzazione internazionale del Lavoro (OIL) e l’UNICEF hanno pubblicato un rapporto intitolato “Lavoro minorile: stime globali 2020, tendenze e percorsi per il futuro”. Mettono in particolare evidenza, tirando un campanello d’allarme, l’aumento del numero di bambini nel mondo costretti in lavoro minorile, un numero che ha raggiunto i 160 milioni, registrando un aumento di 8,6 milioni negli ultimi quattro anni. Altri 9 milioni corrono lo stesso rischio a causa della pandemia di Covid-19.
Alcuni dati del rapporto ci dicono che il settore agricolo rappresenta il 70% dei bambini occupati in forme di lavoro minorile (112 milioni), seguito dal 20% nei servizi (31,4 milioni) e dal 10% nell’industria (16,5 milioni). Quasi il 28% dei bambini tra i 5 e gli 11 anni e il 35% dei bambini tra i 12 e i 14 anni non vanno a scuola. Cifre inquietanti e che ricordano che i bambini sono i primi a soffrire della povertà, dell’esclusione, delle disuguaglianze e dei conflitti.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente