La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 18 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Asti-Cuneo, sì dal ministero al progetto esecutivo Alba-Roddi

In via di definizione il progetto per il lotto adiacente, Roddi-Cherasco. Con l'annuncio che "l’intera opera sarà completata in quattro anni"

La Guida - Asti-Cuneo, sì dal ministero al progetto esecutivo Alba-Roddi

Cuneo – È giunto nel pomeriggio di oggi (giovedì 10 giugno) dal ministero l’annuncio del sì al progetto esecutivo del tratto Alba-Roddi per l’autostrada Asti-Cuneo, di cui viene anche detto che è “in via di definizione il progetto per il lotto adiacente” e che “l’intera opera sarà completata in quattro anni”.
Il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile (ex ministero Trasporti) comunica di aver “approvato il progetto esecutivo del tratto da Alba a Roddi (tecnicamente il lotto II.6.b) sul collegamento autostradale Asti-Cuneo. Il via libera, avvenuto dopo un prolungato e complesso iter istruttorio, dà certezza al completamento di un’opera ferma da oltre trent’anni che ha un’importanza rilevante sul territorio anche sotto il profilo della sostenibilità ambientale. Il progetto prevede una stima di costi pari a 165 milioni di euro e tempi di esecuzione dei lavori di 900 giorni naturali e consecutivi. Con l’approvazione del progetto, i lavori affidati all’impresa Itinera Spa, già avviati per le attività preliminari, potranno ricevere una accelerazione significativa”.
Intanto è in corso di definizione la progettazione del lotto adiacente, da Roddi a Cherasco (lotto II.6.a) che “una volta ultimato, assicurerà la continuità dell’autostrada sull’intero tracciato. Il completamento di tutta l’opera, che richiederà circa quattro anni, agevolerà sensibilmente i flussi di traffico sul territorio, dove insiste anche una importante zona industriale. Oggi i veicoli sono infatti costretti a deviare sulla viabilità locale allungando i tempi di percorrenza e appesantendo la rete stradale secondaria”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente