La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 18 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ricambiare l’aria nelle classi per ridurre i rischi di contagio

Un lavoro dell'Istituto Grandis di Cuneo con la sezione di specializzazione di “manutenzione ed assistenza tecnica”

La Guida - Ricambiare l’aria nelle classi per ridurre i rischi di contagio

Cuneo – L’Istituto Grandis di Cuneo sta investendo tempo e risorse nell’ambito della progettazione. La sezione Ipsmat dedicata alla specializzazione di “manutenzione ed assistenza tecnica”, ha predisposto un progetto per attuare soluzioni tecniche per migliorare la qualità ambientale delle aule, tenendo conto in particolare della situazione pandemica in atto.
“È un progetto  – afferma Milva Rinaudo dirigente del Grandis – che consente di coniugare innovazione, studio, competenza ed attualità” .
Sotto la guida di Gianfranco Giordano e con il supporto della ditta Granda Clima di Villanova Mondovì si è attuato una bella pratica che permette di soddisfare i parametri di aereazione, così necessari adesso per il contrasto alla pandemia, anche nelle aule più piccole.
“L’ispirazione di partenza è stata innescata dalle direttive ministeriali che fra le principali indicazioni, relative agli ambienti chiusi, consigliano di “arieggiare i locali” frequentemente – prosegue la Rinaudo – e  le difficoltà di questa azione si avvertono maggiormente ma nella stagione invernale quando le temperature rigide creano grande disagio. Da questo confronto con i docenti anche specialisti del settore è nata  l’idea  di progettare ed installare in un’aula un impianto di ricambio dell’aria con un recuperatore di calore ad altissima efficienza: la sua funzione è di aspirare l’aria ambiente, espellerla all’esterno e contemporaneamente immettere aria pulita dall’esterno in sostituzione di quella viziata, senza nessun tipo di ricircolo interno dell’aria. Dopo la progettazione si è passati alla realizzazione con il contributo concreto dei ragazzi , effettuando così, un’attiva esperienza di Ptco (ex Alternanza Scuola -Lavoro)”.
La macchina installata  consente al calore dell’aria ambiente che viene espulsa, di essere “recuperato” e ceduto a quella fredda aspirata dall’ambiente esterno, in modo da non raffreddare mai il locale servito. L’impianto è dimensionato per provvedere a ricambiare completamente e per più di 3 volte all’ora, l’aria presente nell’aula.
“Questo progetto – spiega Giordano –  è stato realizzato  con lo scopo di testare una tecnologia ormai matura e consolidata che non ha solo la funzione di ridurre i rischi di contagio nei locali chiusi, ma anche di fornire in modo continuativo aria pulita nelle aule, contribuendo a mantenere un ambiente scolastico in condizioni adeguate che possa agevolare concentrazione e salute”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente