La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 8 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sale a 14 il numero delle vittime della tragedia di Stresa

Non ce l'ha fatta il bambino di 9 anni elitrasportato al Regina Margherita, grave l'altro bambino

La Guida - Sale a 14 il numero delle vittime della tragedia di Stresa

Stresa – Sale a quattordici il numero delle vittime dell’incidente che è avvenuto questa mattina lungo la linea della funivia Stresa-Alpino Mottarone. Alle nove vittime subito accertate se ne sono aggiunte nel corso delle operazioni di soccorso altre quattro persone, tra cui un bambino di due anni, e anche uno dei due bambini di nove anni che era stato elitrasportato all’ospedale Regina Margherita di Torino non ce l’ha fatta. Cinque salme sono state recuperate nella cabina e otto nel bosco. Resta in gravissime condizione l’altro bambino di cinque anni ricoverato in ospedale.
Una cabina della funivia è caduta dopo che la fune dell’impianto ha ceduto a nemmeno centro metri dalla vetta dall’ultimo pilone, proprio in uno dei punti più alti. Da Carciano di Stresa in riva al lago di fronte all’Isola Bella, la funivia con un tragitto della durata di 20 minuti, raggiunge il Mottarone a quota 1.491 metri.
Il procuratore capo di Verbania, Olimpia Bossi, dopo aver disposto il sequestro dell’impianto ha annunciato che è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.
L’incidente ha suscitato il cordoglio generale e sono intervenuti anche il Capo dello Stato Sergio Mattarella che ha espresso alla famiglie colpite e alle comunità in lutto “la partecipazione di tutta l’Italia” e il presidente del consiglio Mario Draghi.

Tragedia del Mottarone

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente