La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 2 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Le fragilità non possono aspettare l’identità digitale

La richiesta dei pensionati della Cisl cuneese alla Regione Piemonte

La Guida - Le fragilità non possono aspettare l’identità digitale

Cuneo – Serve aiutare anziani e non, anche per ottenere l’identità digitale, l’ormai celebre Spid che serve e servirà sempre di più a tutti noi per accedere a tanti servizi della pubblica amministrazione. A chiederlo è il gruppo Pensionati della Cisl di Cuneo. Serve aiutare i fragili che in questo caso sono coloro che non hanno un cellulare o chi pur in possesso degli strumenti informatici necessari non può muoversi e dunque non può accedere alle Poste per la fase del riconoscimento indispensabile per concludere il processo di richiesta. Persone che hanno bisogno di essere assistite ed agevolate per ottenere l’identità digitale.
“Il 29 marzo scorso . scrivono i Pensionati Cis- . abbiamo inviato una richiesta specifica alla Regione Piemonte rispetto alla necessità di individuare una soluzione a tutela dei più fragili per consentire loro di ottenere l’identità digitale. In questi mesi nei quali come Pensionati Cisl abbiamo attivato sportelli Spid su tutto il territorio provinciale ci siamo resi conto che i fragili sono tanti e non un’esigua minoranza. Per questo la richiesta alla Regione che prontamente si è attivata con il Governo. Il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, si è formalmente impegnato alla predisposizione della “delega digitale” per consentire a tutti i fragili di essere assistiti ed aiutati nel richiedere lo Spid. Un primo passo dunque è stato fatto. Ora, in tempi brevi, serve tradurre la teoria in pratica ed ottenere presto questa delega digitale. Per questo come Pensionati Cisl cuneesi continueremo a sollecitare la Regione Piemonte e chiediamo che la stessa prosegua nell’esortare il Governo nel tradurre gli impegni in risultati”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente