La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 23 luglio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Biodiversità a rischio: l’allarme di Coldiretti

Per affrontare il mercato globalizzato occorre investire su filiere ecosostenibili e difendere peculiarità e unicità dei prodotti

La Guida - Biodiversità a rischio: l’allarme di Coldiretti

Frutta

Cuneo – Nel XX secolo in Italia si contavano 8.000 varietà di frutta, scese oggi a poco meno di 2.000: di queste, 1.500 sono a rischio scomparsa. Ma la perdita di biodiversità riguarda l’intero sistema agricolo e di allevamento, favorita anche dalla pandemia che ha tagliato gli sbocchi di mercato di molte produzioni, in seguito al blocco della ristorazione e del turismo. È l’allarme che lancia la Coldiretti in occasione della Giornata mondiale della biodiversità, che si celebra proprio oggi, 22 maggio.
Il Piemonte – dice la Coldiretti – conta 14 Dop, 9 Igp, 18 Docg, 42 Doc e oltre 40 prodotti “Sigillo”, ovvero prodotti che rientrano nell’Atlante curato dall’Osservatorio sulla biodiversità, istituito dal comitato scientifico di Campagna Amica: dall’agnello sambucano all’asparago di Santena, dalla Bella di Borgo d’Ale, una varietà di pesca bianca, alla capra di Roccaverano, dal cardo gobbo di Nizza Monferrato alla cipolla piatlina bionda di Andezeno, dalla ciliegia di Pecetto alla mela della Valle Bronda, dal Montebore con la caratteristica forma a coni sovrapposti che formano una piccola torre al Nostrale d’Alpe, dal peperone di Carmagnola alla zucca di Castellazzo Bormida. Un patrimonio agroalimentare che i nuovi sbocchi commerciali creati dai mercati degli agricoltori e dalle fattorie di Campagna Amica hanno contribuito a salvare.
“Difendere la biodiversità – spiegano Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, e Bruno Rivarossa, delegato confederale – non ha solo un valore naturalistico, ma è anche il vero valore aggiunto delle produzioni agricole del nostro territorio. Tutelare la biodiversità agricola significa creare filiere ecosostenibili, efficienti e competitive ed investire sulla distintività è una condizione necessaria per distinguersi in termini di qualità delle produzioni ed affrontare così il mercato globalizzato”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente