La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 16 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Boves, il Comune attiva uno sportello per verificare le situazioni tributarie

Dal 27 maggio ogni giovedì su appuntamento telefonico, ciascun contribuente potrà controllare ed eventualmente regolarizzare questioni aperte con l'ente

La Guida - Boves, il Comune attiva uno sportello per verificare le situazioni tributarie

Boves – L’amministrazione comunale lancia uno sportello dedicato per la verifica della situazione tributaria dei contribuenti: sarà attivo tutti i giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14 alle 18, a partire da giovedì 27 maggio e fino al mese di settembre. Si accede su appuntamento telefonico, da richiedere al numero 0171-391822 oppure scrivendo una mail all’indirizzo tributiboves@comune.boves.cn.it. Un professionista esperto di tributi sarà a disposizione dei cittadini per la verifica della situazione tributaria, per informare i contribuenti su eventuali procedure applicabili per sanare le proprie posizioni con applicazione di sanzioni ridotte al minimo.
“Abbiamo deciso di effettuare una bonifica delle banche dati tributarie, semplificando i rapporti con i contribuenti – spiega il sindaco Maurizio Paoletti -. L’obiettivo è permettere ai cittadini di consultare banche dati online il più possibile prive di errori sulle posizioni tributarie individuali, nonché promuovere la regolarizzazione spontanea degli inadempimenti e, conseguentemente, evitare l’insorgenza di contenziosi tributari. La bonifica della banca dati tributaria risulta quindi essere il primo passo da compiere per l’avvio di progetti concreti di recupero dell’evasione e dell’elusione di tributi locali, nell’ottica di assicurare una corretta attività di accertamento futuro, una più equa distribuzione del prelievo e, di conseguenza, della partecipazione dei contribuenti alla spesa pubblica locale. L’ente locale viene incontro alle esigenze dei cittadini onesti, che magari per errori o disattenzioni non hanno versato quanto dovuto. Così potranno essere informati sulle procedure applicabili per sanare le proprie posizioni, senza incorrere in sanzioni spropositate. L’obiettivo dell’amministrazione è infatti raggiungere la massima equità fiscale tra cittadini, per ottimizzare le risorse provenienti dalla fiscalità locale”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente