La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 22 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

In arrivo altre 574.600 dosi di vaccini in Piemonte

Sono 857 le aziende disponibili a diventare punti vaccinali: il calendario delle adesioni, scaglioni dai 54 anni ai 16 anni da oggi al 15 giugno

La Guida - In arrivo altre 574.600 dosi di vaccini in Piemonte

Cuneo – In Piemonte arriveranno in maggio 574.600 dosi di vaccini anti Covid che si aggiungeranno alle oltre 200 mila in giacenza già disponibili. Sono 446 mila dosi di Pfizer (151.000 arrivano giovedì 13 maggio, 149.000 il 20 maggio, 146.000 il 26 maggio) 20.600 di Astrazeneca in consegna il 20 maggio, 26.000 di Moderna che arriveranno il 18 maggio e 82.000 di Johnson & Johnson (divise tra 11.000 dosi il 13 maggio, 40.000 il 20 e 31.000 dosi il 27 maggio). A queste si dovrebbero aggiungere altre 233.000 dosi di Pfizer che dovrebbero arrivare il 3 giugno, ma non c’è ancora la conferma ufficiale.
Lo ha comunicato l’assessorato alla Sanità della Regione Piemonte che ha dato anche i numeri dei centri vaccinali: 200 già attivati, 50 in fase di attivazione e ben 857 le adesioni di aziende disponibili a diventare punti vaccinali per i propri dipendenti e familiari.
Deciso anche il calendario della adesioni: da oggi, 11 maggio per i 50-54 anni; dal 25 maggio per i 45-49 anni; dal 1° giugno per i 40-44 anni; dall’8 giugno dai 30-39 anni; dal 15 giugno dai 16 ai 29 anni.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente