La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 13 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il canto: un’espressione di fede nelle celebrazioni

“30 canti religiosi popolari”: Giovanni Cerutti recupera alcune composizioni insidiate dall’oblio

La Guida - Il canto: un’espressione di fede nelle celebrazioni

È qualcosa di più di un piccolo repertorio di canti religiosi popolari il libro di Giovanni Cerutti. Lo si intuisce dalla stessa struttura tripartita per ogni canto riportato: il testo, con eventuali varianti, la partitura musicale e qualche nota di carattere liturgico o devozionale. Come dire, prendiamo il canto religioso non solo dal punto di vista tecnico esecutivo, ma anche per quel  che rappresenta cioè una parte integrante dell’azione liturgica o di altra celebrazione, espressione quindi di una fede.
A questo poi va aggiunto l’aggettivo “popolari” di cui Cerutti dà ragione con un excursus storico, che, seppure rapido, sottolinea la finalità di rendere più attiva la partecipazione del popolo, oggi diremmo l’assemblea. Di qui la scelta del volgare nelle laudi francescane del Trecento per arrivare alle raccolte volute da San Giovanni Bosco: una lunga tradizione che ha avuto nell’enciclica sulla Musica sacra di Pio XII nel 1955 il suo autorevole riconoscimento: “le melodie di questi canti si fissano nella memoria quasi senza sforzo e fatica e nello stesso tempo anche le parole e i concetti si imprimono nella mente”.
Cerutti raccoglie trenta di questi canti, oggi spesso caduti in disuso. Invita a recuperarli nonostante sappia che oggi “sono irrimediabilmente datati nelle parole e nel contenuto”. Non per questo però si devono abbandonare all’oblio. Piuttosto l’autore li considera parte della memoria di un’esperienza di fede passata, di una tradizione che attraverso i secoli arriva all’oggi, che ha accompagnato celebrazioni, processioni e ogni altra manifestazione religiosa.

 

30 canti religiosi popolari
di Giovanni Cerutti

Primalpe
11 euro

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente