La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 13 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Rapina finita nel sangue a Grinzane, arrestato il terzo bandito

Il colpo ieri (mercoledì 28) in un negozio del centro. Morti due rapinatori; il gioielliere, sotto choc, è stato interrogato dai carabinieri

La Guida - Rapina finita nel sangue a Grinzane, arrestato il terzo bandito

Grinzane Cavour – È stato fermato nella notte a Savigliano il terzo bandito della rapina avvenuta ieri (mercoledì 28 aprile) ai danni della gioielleria di Mario Roggero, in via Garibaldi a Grinzane Cavour. L’uomo, un 34enne di Alba ferito ad una gamba, era riuscito a fuggire dopo che il colpo organizzato insieme a due complici era finito nel sangue. In serata è stato rintracciato all’Ospedale di Savigliano dove gli sono state prestate le prime cure ed è stato sottoposto a fermo di indiziato di tentata rapina a disposizione della Procura della Repubblica di Cuneo.

Erano le 18.45 quando tre persone armate con un coltello ed una pistola (poi risultata finta e priva del tappo rosso) sono entrate in negozio dalla porta principale. Dopo aver minacciato di morte il titolare, la moglie e la figlia, l’una colpita da un pugno e l’altra immobilizzata con fascette da elettricista, i rapinatori si sarebbero fatti consegnare numerosi gioielli. Di fronte al tentativo dei tre di appropriarsi anche del denaro in cassa, il titolare avrebbe reagito sparando colpi con una pistola legittimamente detenuta. Nel tentativo di fuga due di loro sono caduti a terra morendo a pochi metri dall’ingresso.

Le indagini, condotte dal pm della Procura di Asti Davide Greco, sono in corso. Ieri sera il gioielliere, sotto choc, è stato portato in caserma e interrogato; sentiti anche la moglie, la figlia e altre persone testimoni del fatto. Sono in corso di acquisizione le immagini delle videocamere funzionanti nell’area. Nelle prossime ore verrà dato incarico di consulenza autoptica e balistica.

La gioielleria era già stata rapinata nel 2015, il titolare fu picchiato e le figlie legate e chiuse in un bagno mentre i rapinatori riuscirono a fuggire con un bottino del valore di 300.000 euro.

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente