La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 13 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Chi sono i tre rapinatori del gioielliere ora indagato per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa

Un "atto dovuto" da parte della Procura di Asti. Sottoposto a fermo di polizia in ospedale a Savigliano il terzo rapinatore rimasto ferito

La Guida - Chi sono i tre rapinatori del gioielliere ora indagato per omicidio colposo ed eccesso di legittima difesa

Grinzane Cavour  – I due rapinatori uccisi ieri sera in via Garibaldi a Grinzane Cavour alla gioielleria di Mario Roggero, sono risultati essere Andrea Spinelli, 44 anni, di Bra e Giuseppe Mazzarino, 58 anni, residente a Torino, entrambi con precedenti di polizia e penali. Alessandro Modica, 34 anni, è il terzo rapinatore rimasto ferito e rintracciato dai Carabinieri nella notte all’Ospedale di Savigliano dove gli sono state prestate le prime cure. Modica  è stato sottoposto a fermo come indiziato di tentata rapina a disposizione della Procura della Repubblica di Cuneo.
Intanto oltre ai rilievi tecnici eseguiti da personale dell’Arma, il pubblico ministero e i militari hanno sentito il titolare della gioielleria, la moglie e la figlia, e dei testimoni e sono in corso di acquisizione le immagini delle videocamere funzionanti nell’area.
Il gioielliere Mario Roggero, che ha reagito alla rapina in cui i tre hanno minacciato di morte lui, la moglie e la figlia, l’una colpita da un pugno e l’altra immobilizzata con fascette da elettricista, è stato indagato per omicidio ed eccesso di legittima difesa dalla Procura della Repubblica di Asti. “Un atto dovuto”, dicono dalla Procura di Asti, per poter procedere con l’autorizzazione all’autopsia dei due rapinatori e all’esame balistico.
“Gli approfondimenti investigativi proseguono al fine di chiarire l’esatta dinamica degli eventi, dando il massimo delle garanzie di partecipazione alle indagini a tutte le parti coinvolte”,  ha dichiarato il procuratore di Asti, Alberto Perduca, che coordina le indagini dei carabinieri della Compagnia di Alba e del Nucleo investigativo di Cuneo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente