La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 30 novembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La Granda ufficialmente in “giallo”: cosa cambia

Si torna a giocare agli sport di contatto, bar e ristoranti aperti anche alla sera ma soltanto per chi può disporre di strutture all'aperto

La Guida - La Granda ufficialmente in “giallo”: cosa cambia

Cuneo – Con tre giorni di ritardo rispetto al resto del Piemonte, da giovedì 29 aprile anche la provincia di Cuneo entra ufficialmente in “zona gialla”. Ecco cosa cambia per i residenti della Granda rispetto alle norme anticontagio in vigore:

Bar, ristoranti e pasticcerie

In zona gialla riaprono bar, ristoranti e pasticcerie anche alla sera, ma solo all’aperto e solo per le strutture dotate di spazi all’esterno. Resta vietata la somministrazione all’interno ed al bancone, consentita l’attività per asporto.

Spostamenti

Resta il coprifuoco dalle ore 22 alle 5. Si potranno valicare i confini tra regioni gialle, mentre per spostarsi tra rosse e arancioni bisognerà presentare una “Green Card” che certifichi l’effettiva guarigione dal Covid, tampone negativo o avvenuta vaccinazione. Le visite ai parenti e amici: si passa da due a un massimo di quattro persone una volta al giorno, oltre ai figli minori di 18 anni.  Tra regioni gialle ci si potrà recare sempre nelle seconde case, mentre per zone rosse e arancioni gli spostamento all’interno della propria regione solo per i membri della stessa famiglia.

 Scuole

In zona gialla e arancione la didattica in presenza deve essere garantita ad almeno il 70% e fino al 100% della popolazione studentesca. In zona rossa va garantita la presenza di almeno il 50% e fino a un massimo del 75% degli studenti. Per quanto riguarda l’università, dal 26 aprile al 31 luglio nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgono prioritariamente in presenza. Nelle zone rosse si raccomanda di favorire in particolare la presenza degli studenti del primo anno. 

Teatri e cinema 

In fascia gialla sale da concerto, cinema e teatri potranno ospitare di nuovo il pubblico che dovrà prenotare i posti a sedere preassegnati e distanziati. Capienza massima al 50% di quella autorizzata, il numero massimo comunque non potrà essere superiore a 500 al chiuso e mille all’aperto. Dal 1° giugno ripartiranno anche stadi e palazzetti per le competizioni agonistiche. In questo caso capienza massima al 25% con stessi limiti di persone. Tutto ancora chiuso in zona arancione e rossa invece. 

Sport 

Dal 26 aprile si potrà di nuovo giocare a sport di contatto, ma con divieto di usufruire della doccia nelle strutture relative (eccezion fatta per chi partecipa a campionati di preminente interesse nazionale). Dal 15 maggio nelle zone gialle riapriranno le piscine all’aperto e con ingressi contingentati. Dal 1° giugno solo in zona gialla riaprono anche palestre con ingressi contingentati e distanziamento, anche in questo caso vietato però l’accesso agli spogliatoi.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente