La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 30 novembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Barattoli di prodotti in cattivo stato di conservazione, condannata

Un'imprenditrica agricola di Lagnasco era stata controllata dai Carabinieri durante una fiera

La Guida - Barattoli di prodotti in cattivo stato di conservazione, condannata

Lagnasco – Con l’accusa di aver messo in vendita prodotti privi dell’etichetta in cattivo stato di conservazione e di tentata frode in commercio, è stata processata al tribunale di Cuneo M. L., un’imprenditrice agricola di Lagnasco che nell’aprile 2019 aveva messo in vendita nel proprio banchetto, a una piccola fiera locale, alcuni barattoli di conserve e di marmellate che i Carabinieri, in giro per un sopralluogo, segnalarono subito per la mancanza di etichette e perché giudicati in cattivo stato di conservazione. “Erano accatastati in disordine – ha riferito il maresciallo che eseguì il controllo – e i barattoli erano tutti insudiciati, pieni di polvere e arrugginiti. Dentro un barattolo c’erano sostanze che galleggiavano”. Alla donna è stata anche contestata la tentata frode in commercio perché vendeva miele senza avere la licenza per la produzione. Per questo reato però è stato lo stesso pubblico ministero a chiedere l’assoluzione, poiché l’imprenditrice effettivamente produceva miele ma non lo aveva mai comunicato all’Asl, non ottemperando all’atto amministrativo. Per gli altri reati l’accusa ha chiesto la condanna a 1.000 euro di multa. Anche la difesa si è associata alla richiesta di assoluzione per il reato di tentata frode e ha chiesto anche le attenuanti generiche, in considerazione del fatto che quei barattoli così sporchi all’esterno non per forza dovevano contenere merce avariata. La giudice ha accolto la richiesta di condanna al pagamento della multa di 1.000 euro e ha disposto la confisca e la distruzione di tutti i barattoli.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente