La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 23 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Materne e nido, petizione affinché siano paritari e gratuiti

Scuole e servizi all'infanzia, petizione nazionale lanciata dalla Fism in nome della libertà di scelta e della parità di trattamento, anche per il personale

La Guida - Materne e nido, petizione affinché siano paritari e gratuiti

Cuneo – Viene portata avanti anche in Granda la petizione nazionale lanciata dalla Fism (Federazione italiana scuole materne) per chiedere a istituzioni ed enti locali di predisporre un piano d’investimenti strutturale e adeguato nella dotazione per supportare i servizi educativi erogati a favore della popolazione fino a sei anni, senza più distinzione tra istituti statali e paritari. Essi sono tutti facenti parte di un unico sistema nazionale di istruzione, ma lo Stato riserva loro un differente sostegno economico. Una disparità di trattamento – spiegano i promotori dell’iniziativa – non più tollerabile alla luce dell’importanza del servizio pubblico reso da decenni alla collettività con standard di alta qualità dalle paritarie e senza il quale interi territori resterebbero sguarniti di un presidio essenziale e privi di prestazioni fondamentali per la prima infanzia e per le famiglie. La mobilitazione nazionale, che coinvolge tutte le sedi Fism regionali e provinciali d’Italia, Granda compresa, vede in questi giorni l’affissione di striscioni pubblicizzanti l’iniziativa agli ingressi delle scuole e la firma, da parte dei cittadini interessati, di una petizione on line disponibile sul sito www.fism.net. In provincia di Cuneo sono circa 4.500 i bambini accolti nelle 81 scuole dell’infanzia paritarie, 12 delle quali dotate anche di sezione Primavera; al loro interno lavorano 550 persone tra docenti, educatori, cuoche.
Servizio completo su La Guida di giovedì 22 aprile 2021

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente