La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 22 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Boves: “Dovere della memoria, ma anche dell’insegnamento”

L'omaggio della città alla memoria dei partigiani, l'impegno per un nuovo futuro

La Guida - Boves: “Dovere della memoria, ma anche dell’insegnamento”

Boves – Solo una rappresentanza composta da poche persone distanziate e con le mascherine per la cerimonia del 25 aprile al sacrario di Boves, ma lo stesso clima di commozione che ogni anno caratterizza l’evento. Alla cerimonia, introdotta dall’assessore comunale Enrica Di Ielsi, sono intervenuti oltre al sindaco Maurizio Paoletti, l’onorevole Chiara Gribaudo e il senatore Marco Perosino. L’orazione ufficiale è stata affidata alla presidente dell’Anpi Ughetta Biancotto. Tra i presenti rappresentanti di Anpi, Ana, forze dell’ordine, Istituto Comprensivo Vassallo e Croce Rossa. Erano presenti anche i consiglieri e gli assessori comunali. “Abbiamo il dovere della memoria, ma anche quello dell’insegnamento”, ha detto il sindaco Paoletti attualizzando il messaggio al difficile momento storico che si sta vivendo a causa della pandemia che limita la libertà conquistata. “I partigiani di oggi – ha detto ancora Paoletti – sono i medici, infermieri, forze dell’ordine e tutti coloro che stanno al loro posto e fanno il loro dovere e anche di più”. Gribaudo ha citato le tre parole libertà, memoria e resistenza, mentre Perosino ha sottolineato come il post pandemia richiederà a ciascuno di noi la stessa creatività e inventiva che fu dei resistenti e soprattutto il loro stesso desiderio di pace e di ripartenza. Al termine Biancotto che ha dato voce soprattutto alla Resistenza vissuta dalle donne, ricordando il loro ruolo di mogli, madri e figlie: “Erano loro i veri resistenti, coloro che hanno combattuto e poi hanno dovuto sostituirsi a padri e mariti che non sono tornati dalla guerra. Un sacrificio enorme, quasi mai riconosciuto”. In chiusura Biancotto ha letto alcune lettere di condannati a morte per la Resistenza.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente