La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 5 agosto 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Piemonte punta alla zona gialla dal 26 aprile

I dati in continuo miglioramento porterebbero a un rischio basso o moderato, compatibile con uno '"scenario 1". La provincia di Cuneo in ritardo rispetto al resto della regione

La Guida - Il Piemonte punta alla zona gialla dal 26 aprile

Torino – Tra le regioni che sperano da lunedì 26 aprile di entrare in “zona gialla”, quella con minori restrizioni legate all’emergenza coronavirus, compare anche il Piemonte, forte degli ultimi dati che dipingono una lenta ma continua decrescita dei numeri del contagio, con diminuzione dei ricoverati in ospedale, Rt inferiore a 1 e un’incidenza settimanale di nuovi casi ogni 100.000 abitanti sotto la soglia di 180 (al 21 aprile 157,29 in Piemonte e 203,20 in provincia di Cuneo; per la Granda sarebbe possibile scendere sotto 180 con non più di 286 nuovi casi tra giovedì e venerdì). Il passaggio a un rischio basso o moderato, compatibile con lo “scenario 1”, dovrebbe interessare anche Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Umbria, Veneto e le province di Trento e Bolzano. Occorrerà attendere le disposizioni scaturite dall’incontro tra Comitato tecnico scientifico, governo e regioni che stabilirà regole e calendario delle riaperture e ispirerà il nuovo decreto, oltre all’ormai consueto monitoraggio di venerdì da parte dell’Istituto superiore di Sanità.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente