La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 30 luglio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cosa cambierà dal 26 aprile? Annunciato un calendario per le riaperture

In zona gialla via libera a bar e ristoranti, sia a pranzo che a cena, ma solo all'aperto

La Guida - Cosa cambierà dal 26 aprile? Annunciato un calendario per le riaperture

Cuneo – Il 26 aprile, è questa la data per la “ripartenza” annunciata ieri sera in conferenza stampa dal Presidente del Consiglio Mario Draghi. Da quella data torneranno infatti le zone gialle (cancellate prima di Pasqua) e quindi saranno consentiti spostamenti più liberi. Per quanto riguarda i movimenti tra le Regioni, gli spostamenti saranno consentiti anche tra aree di colore diverse, ma (in assenza di comprovate esigenze di lavoro, salute e necessità) servirà un certificato che attesti o l’avvenuta vaccinazione, o l’aver effettuato un tampone entro le 48 ore precedenti la partenza o l’essere guariti dal Covid. Stesse motivazioni saranno ritenute valide per l’accesso a eventi culturali e sportivi. Sempre dal 26 aprile riapriranno in presenza tutte le scuole sia nelle zone gialle che in quelle arancioni, mentre nelle zone rosse potranno tornare in classe tutti fino alla terza media e dal 50 al 75% alle superiori. In zona gialla potranno ri-aprire sia a pranzo che a cena anche bar e ristoranti, ma solo con tavoli all’aperto (4 persone al massimo per tavolo, di più solo se conviventi). A differenza di quanto trapelato negli scorsi giorni, è stato confermato il coprifuoco alle 22.
Parziali riapertura anche per il mondo dello sport (autorizzati gli spot all’aperto, non solo individuali, ma anche calcetto, basket e tennis) e per quello della cultura con musei, teatri, cinema e spettacoli all’aperto (con capienza limitata).
Ovviamente tutto questo solo se la situazione contagi dovesse rimanere sotto la soglia di allerta. Venerdì 23 aprile sarà effettuato un nuovo monitoraggio a livello nazionale che terrà conto di numero di contagi, guariti e vaccinati, dei posti occupati in terapia intensiva e dell’indice di trasmissibilità. Solo in quella data verranno quindi annunciate le nuove zone gialle.
Dichiarato anche un cronoprogramma per i mesi estivi: dal 1° maggio dovrebbero essere riaperti al pubblico anche i palazzetti dello sport (massimo 500 persone) e gli stadi (max 1000); dal 15 maggio via libera alle piscine all’aperto e gli stabilimenti balneari, con ombrelloni e lettini distanziati; dal 1° giugno apertura dei ristoranti con tavoli al chiuso (ma solo a pranzo e distanti due metri l’uno dall’altro) e le palestre; dal 1° luglio ad aprire potrebbero essere fiere, congressi, stabilimenti termali e parchi tematici.

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente