La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 23 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Carne bovina di Piemontese, confronto a Roma per chiedere aiuti

Audizione in commissione agricoltura al Senato per discutere la difficile situazione di mercato che si è creata negli ultimi dodici mesi

La Guida - Carne bovina di Piemontese, confronto a Roma per chiedere aiuti

Cuneo – La carne bovina della razza Piemontese è arrivata a Roma, non sulle tavole ma nei palazzi delle istituzioni e della politica. Per chiedere aiuto, in forma di interventi forti a sostegno di questa eccellenza produttiva italiana. Dopo oltre un anno di pandemia, l’azzeramento della ristorazione e la diminuzione dei volumi nella grande distribuzione fanno sentire i loro effetti nei modi più pesanti, per una filiera che non può certo rimodularsi “spegnendo i motori” dall’oggi al domani: le quotazioni sono crollate di quasi un terzo, per ogni capo macellato è andata “persa” una cifra di almeno 500 euro. Le organizzazioni professionali agricole hanno già sollevato nei mesi scorsi la difficile situazione di mercato, ma nei giorni scorsi (mercoledì 31 marzo) la questione è approdata al Senato, con un’audizione in commissione agricoltura per i vertici dell’Anaborapi (Associazione nazionale allevatori di bovini razza Piemontese). Il presidente Renato Giordano e il direttore Andrea Quaglino hanno illustrato numeri e sistema produttivo della Piemontese, con i suoi punti forti (anzitutto, le qualità organilettiche) e le sue difficoltà (allevamenti di ridotte dimensioni e costi elevati), e hanno anche chiesto interventi. Su tre fronti: per le aziende, sostegni diretti e immediati; sul mercato, più attenzione per la carne prodotta da razze autoctone nei bandi pubblici di ristorazione collettiva; nuove strategie di comunicazione e di informazione al consumatore sulle caratteristiche superiori della carne della Piemontese.
Servizio completo su La Guida di giovedì 8 aprile 2021

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente