La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 26 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Recovery Plan, per la Granda 34 progetti per 1.8 miliardi di euro

La Giunta regionale ha varato un documento che verrà trasmesso a Roma e che raggruppa 1200 progetti per 27 miliardi di euro

La Guida - Recovery Plan, per la Granda 34 progetti per 1.8 miliardi di euro

Torino – Si intitola “Next Generation Piemonte” il documento, approvato questo pomeriggio durante una riunione straordinaria della Giunta regionale, che contiene oltre 1200 progetti dal valore complessivo di 27 miliardi di euro. Il testo raccoglie i contributi giunti dal territorio dei quali si chiede al Governol’inserimento nel Piano nazionale di ripresa e resilienza, il cosiddetto Recovery Plan. Il documento sarà presentato giovedì 8 aprile al premier Draghi per definire quali di questi progetti potranno essere inclusi nel documento finale che il Governo entro il mese di aprile invierà all’Unione Europea con le priorità italiane.
“Infrastrutture tradizionali come le strade, i ponti le vie, ma anche quelle che riguardano le infrastrutture multimediali per rendere il Piemonte più connesso anche a livello digitale – ha spiegato il presidente Cirio -. E poi i progetti che riguardano l’istruzione e l’edilizia sanitaria. In questo documento c’è quello che serve al Piemonte e non dobbiamo perdere questa opportunità. Se infatti è fondamentale continuare a vaccinare, perché vincerà questa battaglia chi prima avrà vaccinato la sua gente, dall’altra dobbiamo continuare a progettare il futuro e i fondi del Recovery Plan abbinati a quelli della prossima programmazione europea 2021-2027 porteranno in Piemonte oltre 10 miliardi di euro, una cifra che il Piemonte non ha mai avuto e che adesso dobbiamo investire per fare ripartire la nostra regione e non lasciare nessuno indietro”.
La proposta di Recovery Plan del Piemonte in sintesi vede 1.273 progetti così ripartiti: 672 riguardano la rivoluzione verde e la transizione ecologica, 230 racchiudono interventi su digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, 187 si riferiscono alle infrastrutture per la mobilità sostenibile, 107 comprendono l’inclusione e la coesione, 55 fanno riferimento all’istruzione e alla ricerca, 22 concernono l’assistenza sanitaria.
Per la provincia di Cuneo vede 34 progetti per un valore di 1,8 miliardi di euro: Progetto di digitalizzazione, innovazione e ricerca Enjoy Alba (700.000 euro Ata Associazione Commercianti Albesi), Miglioramento ed efficientemente delle opere infrastrutturali del servizio idrico integrato nei territori ricadenti in Ata/4 (12.000.000 euro  Alpi Acque Spa), Hub di supporto all’innovazione e al trasferimento tecnologico alle aziende produttrici di macchine per l’agricoltura (600.000 euro Arproma), Fablab Cuneo e Digital Innovation Hub (1.000.000 euro, Associazione di promozione sociale Fablab Cuneo), Realizzazione di una strada ciliare all’abitato di Cervasca (3.800.000 euro Comune di Cervasca), Mountain Center (3.700.000 euro Comune Chiusa di Pesio), Comunità Inclusiva 4.0 in transizione culturale, ecologica e sociale (2.500.000 euro Comune di Rittana), La gestione del patrimonio forestale: filiera del bosco e la filiera dell’uso e del riuso del legno (4.000.000 euro Confartigianato Imprese Cuneo), Legno del Monviso (4,000.000 euro Confartigianato Imprese Cuneo), Realizzazione impianti di produzione di biometano dalla frazione organica dei rifiuti solidi urbani (81.000.000 Egea New Energy Spa), Sinistra Tanaro: estensione dell’impianto di teleriscaldamento di Alba alle frazioni urbane poste in sponda sinistra Fiume Tanaro (40.000.000 euro Egea Produzioni e Teleriscaldamento), Green Retrofit impianti di teleriscaldamento (36.000.000 euro Egea Spa), Investimenti per la valorizzazione e lo sviluppo sostenibile del settore della nocciola, dalla filiera agricola a quella turistica e della biodiversità (2.000.000 euro Ente Fiera della Nocciola e prodotti tipici), Azioni di stimolo all’introduzione nelle Pmi di servizio ad alto contenuto di digitalizzazione (5.600.000 euro Provincia di Cuneo), Accelerazione startup a impatto sociale e tecnologico (4.000.000 euro Provincia di Cuneo), Supporto a investimenti digitali in servizi pubblici ad alto contenuto innovativo (9.000.000 euro Provincia di Cuneo), Supporto alle P.A. del territorio per l’introduzione di strumenti digitali nella gestione delle procedure (8.500.000 euro Provincia di Cuneo), Sviluppo e riqualificazione dell’offerta ricettiva alberghiera ed extra alberghiera per supportare le potenzialità di sviluppo turistico del territorio cuneese (9.000.000 euro Provincia di Cuneo), Miglioramento della fruizione turistica e culturale del territorio con possibilità di attirare grandi eventi (15.500.000 euro Provincia di Cuneo), Interventi a favore dell’economia circolare per favorire l’insediamento di start up sul territorio cuneese e per valorizzare le filiere economiche locali (30.000.000 euro Provincia di Cuneo), Interventi per l’efficientamento energetico di edifici ad uso pubblico e valorizzazione delle filiere di materiali ecosostenibili a ridotto impatto ambientale (45.000.000 euro Provincia di Cuneo), Realizzazione interventi di costruzione messa in sicurezza e ampliamento dell’impiantistica sportiva in particolare a supporto del sistema scolastico provinciale (15.000.000 Provincia di Cuneo), Interventi sull’edilizia scolastica per ampliamento e ammodernamento (99.000.000 euro Provincia di Cuneo), Potenziamento della produzione di energie rinnovabili (65.000.000 euro Provincia di Cuneo), Sperimentazione di sistemi sostenibili di Tpl (27.000.000 euro Provincia di Cuneo), Creazione di circuiti ciclo-pedonali sovra-comunali che consentano di connettere le diverse aree del territorio cuneese con percorsi adatta a diversi livelli di difficoltà e durata (38.000.000 euro Provincia di Cuneo), Efficientamento combinato del ciclo integrato dell’acqua e delle tratte mancanti della rete fognaria e idrica (146.000.000 euro Provincia di Cuneo), Piano integrato di monitoraggio e prevenzione di fenomeni di dissesto idrogeologico, gestione del patrimonio forestale e sviluppo valorizzazione delle biodiversità (115.000.000 euro Provincia di Cuneo), Realizzazione di invasi e bacini di accumulo ed efficientemente di quelli esistenti per uso plurimo (284.200.000 euro Provincia di Cuneo), Piano di ammodernamento della viabilità provinciale (385.000.000 euro Provincia di Cuneo), Studio di fattibilità tecnico-economia e successive fasi di progettazione per la realizzazione di un nuovo collegamento autostradale fra Cuneo e il Sud della Francia (15.000.000 euro Provincia di Cuneo), Efficientamento della rete ferroviaria (205.000.000 euro Provincia di Cuneo), Sviluppo di un piano di accessibilità veloce a Cuneo (10.000.000 euro Provincia di Cuneo), Realizzazione di piattaforme logistiche in provincia di Cuneo adeguandone i collegamenti alle reti stradali ferroviarie e allo scalo aeroportuale di Cuneo-Levaldigi (7.000.000 euro Provincia di Cuneo), Valorizzazione dello scalo di Cuneo-Levaldigi (28.000.000 euro Provincia di Cuneo), Sviluppo di azioni di rafforzamento della componente femminile e dell’autodeterminazione per incrementare la partecipazione delle donne ai processi lavorativi (200.000 euro Provincia di Cuneo), Promozione della sanità integrativa (10.000.000 euro Provincia di Cuneo), Ciclovia Valle Grana (2.000.000 euro Unione Montana Valle Grana).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente