La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 22 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

In piena emergenza si sceglie il direttore generale della sanità piemontese

Delle 24 domande per il dopo Fabio Aimar sono rimaste in 17 considerate secondo i curricula, idonei alla mansione

La Guida - In piena emergenza si sceglie il direttore generale della sanità piemontese

Torino – In questi giorni negli uffici regionali tra assessorato di Luigi Icardi e l’ufficio del governatore Alberto Cirio si sta decidendo il futuro della direzione sanitaria regionale. Delle 24 domande presentate per la successione di Aimar sono rimaste in 17 considerate secondo i curricula, idonei alla mansione. Tra questi ci sono il vicedirettore della sanità e alla guida del Regina Margherita Bartolomeo Griglio, l’attuale direttore dell’area di giunta, Paolo Frascisco, il commissario della Città della Salute di Torino Giovanni La Valle, il direttore della Città della Salute di Novara Mario Minola, il commissario dell’Asl Città di Torino Carlo Picco, il direttore generale dell’Istituto Tumori di Candiolo Antonino Sottile, il numero uno della Maxiemergenza sanitaria Mario Raviolo, e l’ex direttore generale dell’Asl Cn1 e attuale direttore dell’Asl lombarda dei Sette Laghi Gianni Bonelli e il direttore della cuneese Amos, la società in house delle Asl e Aso cuneesi e ora anche astigiane, Livio Tranchida.
Cirio sembra abbia già espresso una sua preferenza verso il direttore generale dell’Istituto Tumori di Candiolo Antonino Sottile ma la decisione sarà presa nei prossimi giorni e dovrà rispettare una serie di equilibri interni nella sanità piemontese.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente