La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 26 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Carle di Confreria è ospedale Covid ma senza terapie intensive

Sono tutte concentrate al Santa Croce per mancanza di personale sufficiente per mantenere due rianimazioni complete

La Guida - Il Carle di Confreria è ospedale Covid ma senza terapie intensive

Cuneo –  L’ospedale Santa Croce e Carle sta arrivando ai numeri di saturazione di fine novembre scorso con interi reparti trasformati in letti Covid. Il Carle a Confreria è praticamente diventato ospedale Covid. Ma a differenza di quanto avvenuto in autunno a Confreria è stato scelto di non adibire più nessun letto di rianimazione.
Le terapie intensive sono salite in quindici giorni da 2 a 5 poi a 8 fino a 11 posti ed entro il fine settimana andranno a 16 posti, con la disponibilità di attivarne 23. Questa volta sono tutti al Santa Croce di Cuneo e al Carle, dove c’è la stragrande maggioranza dei ricoveri Covid, c’è un solo rianimatore di turno per le emergenze. In sostanza se un caso Covid si aggrava viene subito portato in ambulanza al Santa Croce anche con l’evenienza di doverlo intubare al Carle e poi trasportarlo a Cuneo.
“Non è una situazione ottimale – spiega Corrado Bedogni – ma il problema rimane il personale specialmente gli anestesisti che continuano a scarseggiare. È di nuovo una fase acuta in cui avremmo bisogno di molti più medici e infermieri ma non ci sono e dobbiamo ottimizzare il personale per mettere a disposizione dei cittadini più posti letto sicuri. Per questo la decisione di concentrarli in un’unica rianimazione che necessariamente è al Santa Croce, perché al Carle non avremmo mai potuto raggiungere i 16 posti previsti, eventualmente 23”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente