La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 18 maggio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Si moltiplicano i casi di disagio psichico tra bambini e adolescenti

L'allarme lanciato dalla Neuropsichiatria Infantile per una situazione di grave preoccupazione conseguente la pandemia

La Guida - Si moltiplicano i casi di disagio psichico tra bambini e adolescenti

Fioretto dr. Franco

Cuneo – Nel 2019 sono stati 6.638 i minori in carico alla Neuropsichiatria Infantile dell’Asl Cn1, il 9,4% dei 70.386 bambini e ragazzi in fascia 0-18 anni residenti sul territorio della stessa Azienda sanitaria locale. Variegato il panorama dei disturbi presi in cura: dalle patologie neurologiche e/o psichiatriche alle problematiche dello sviluppo in ambito cognitivo, linguistico, psicomotorio e relazionale. A prevalere nell’utenza è la fascia 7-10 anni, con 1.892 assistiti, seguita da quella 11-14 con 1.679 e da quella 15-18 anni con 1.511. Gli infanti da 0 a 3 anni monitorati sono stati 303 e i bimbi tra 4 e 6 anni 958; altri 295 pazienti avevano più di 18 anni.
“Il 2020 – spiega il dr. Franco Fioretto, direttore della Struttura Complessa – è stato un anno più irregolare, durante il quale numerose attività sono state svolte in telemedicina, con 2.600 videochiamate ai pazienti e 1.100 incontri scolastici telematici, ma le prestazioni fino a novembre non erano documentabili”.
“In linea di massima, – prosegue il dr. Fioretto – durante la prima ondata pandemica i ragazzi che già presentavano delle criticità hanno retto abbastanza bene e non si sono scompensati. Purtroppo, però, dopo i mesi estivi che hanno visto un relativo ritorno alla normalità, la situazione sanitaria è di nuovo peggiorata e dopo la seconda ondata assistiamo ora alla terza e paventiamo la quarta, il prossimo autunno. Chi, quindi, nel primo lockdown aveva tenuto abbastanza bene, ora non vede più la luce in fondo al tunnel. Noi, sanitari della Neuropsichiatria Infantile di tutto il Piemonte, siamo molto preoccupati e abbiamo bisogno di dotarci, con il supporto delle istituzioni, di strumenti che ci permettano di affrontare l’emergenza di natura psichiatrica che si va profilando e che durerà nei mesi a venire e, verosimilmente, anche per tutto il prossimo anno”…

 Servizio completo su La Guida di giovedì 11 marzo 2021

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente