La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 15 maggio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Piemonte in rosso, stop allo sport

Chiudono anche circoli e centri sportivi all'aperto, consentita attività motoria nei pressi delle abitazioni

La Guida - Piemonte in rosso, stop allo sport

Torino – Con il passaggio in zona rossa del Piemonte da lunedì 15 marzo non sarà più consentita l’attività sportiva in circoli e centri sportivi, pubblici e privati, anche se svolta all’aperto. Restano chiusi palestre, piscine e impianti sciistici. Sono altresì sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva. Resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie (ad esempio: la semplice passeggiata). Consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale, entro i confini comunali. È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (ad esempio: corsa, bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza. Da ordinanza regionale, inoltre, è vietato accedere alle aree attrezzate per gioco e sport (ad esempio: scivoli, altalene, campi di basket, aree skate) in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici.

Unica eccezione rimane quella riservata ad eventi competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Coni o del Comitato italiano paralimpico (CIP) riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. In questo caso le sessioni di allenamento degli atleti, muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente