La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 15 maggio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Dal 15 marzo stretta agli spostamenti in tutta la regione

Le seconde case ubicate in Piemonte raggiungibili soltanto per gravi necessità

La Guida - Dal 15 marzo stretta agli spostamenti in tutta la regione

Torino – Da lunedì 15 marzo e per almeno due settimane in tutto il Piemonte saranno attive le limitazioni riservate ai territori nella cosiddetta “zona rossa” per cercare di limitare la diffusione del covid-19 visto il repentino aumento dei casi segnalato negli ultimi giorni. Per quanto riguarda la mobilità, sarà vietato ogni spostamento in entrata e in uscita, anche all’interno dei territori: non si può andare in altre regioni e in altri Comuni, né spostarsi all’interno del proprio Comune. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita (alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali), così come è consentito il transito sui territori in zona rossa qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti. In zona rossa, pertanto, è sempre necessaria l’autocertificazione per attestare che ci si sta muovendo per ragioni di lavoro, salute, necessità o attività consentite dal decreto. A differenza del periodo natalizio, non saranno consentite visite ad altri gruppi famigliari se non per aiuto o assistenza a persone non autosufficienti, comunque limitatamente a un adulto al massimo con due minorenni. Nei giorni 3,4 e 5 aprile sarà consentito andare al massimo in due con due bambini sotto i 14 anni a trovare amici e familiari in una abitazione, una sola volta al giorno, anche all’interno della propria regione.

Lo spostamento verso le seconde case, consentito dal decreto entro alcuni limiti, è espressamente vietato dall’ordinanza emanata dalla Regione Piemonte, secondo la quale “non è consentito recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale (c.d. seconde case) ubicate nel territorio della Regione Piemonte fatti salvi gli spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità”, quali, ad esempio, quelle riguardanti urgenti manutenzioni (allagamenti eccetera). Identico divieto per chi “non risiede nel territorio della Regione Piemonte”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente