La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 23 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Scuola in presenza” nasce la rete nazionale

All'iIniziativa "in difesa dell'articolo 34 della Costituzione italiana" hanno già aderito oltre 20 comitati e associazioni di genitori, insegnanti e studenti in tutta Italia, tra cui Scuole aperte Cuneo

La Guida - “Scuola in presenza” nasce la rete nazionale

Cuneo – È stata costituita oggi, giovedì 11 marzo, la rete nazionale “Scuola in presenza”, a cui hanno già aderito oltre 20 comitati e associazioni di genitori, insegnanti e studenti di tutta Italia (tra queste “Scuole aperte Cuneo”) in rappresentanza di quasi 40.000 aderenti e sostenitori.  La rete, “rigorosamente apartitica e trasversale”, chiede al Governo “un totale cambio di prospettiva affinché la scuola e i diritti delle nuove generazioni siano finalmente riconosciuti come essenzialiper il futuro del Paese: basta con lo scaricare il problema della scuola su famiglia e studenti”.

“A più di un anno dall’inizio della pandemia – si legge nel comunicato di presentazione – le Istituzioni italiane continuano a chiudere le scuole a tappeto come principale soluzione per il contenimento dei contagi, infliggendo un grave danno in termini di istruzione, ma anche psicologico e sociale a un’intera generazione di studenti a causa del prolungato uso della Didattica a Distanza e dell’obbligo innaturale all’isolamento. La Didattica a Distanza, spesso imposta in modi e tempi arbitrari dai Presidenti di Regione, riduce l’istruzione a mera trasmissione di nozioni, negando il ruolo fondante della scuola come luogo di crescita sociale, di sviluppo della personalità individuale e – tema non secondario in Italia – di presidio della legalità. Questo modo di operare mortifica il ruolo degli insegnanti, disarticola i tempi di vita e lavoro, distrugge gli equilibri familiari e sociali”.

“Consapevoli della complessità dell’emergenza Covid-19, ma preoccupati per la crescente disuguaglianza sociale e per la mancanza di attenzione rivolta alle nuove generazioni – il capitale umano su cui si fonda il futuro dell’Italia – chiediamo alle Istituzioni di riconoscere che l’istruzione è un diritto fondamentale ed essenziale che deve pertanto rimanere svincolato dall’automatismo delle “zone a colori”; rigettare l’uso prolungato e indiscriminato della Didattica a Distanza come strumento di insegnamento in quanto inefficace, svilente per gli insegnanti, discriminatorio per gli studenti provenienti da famiglie fragili e lesivo nei confronti degli alunni con disabilità o difficoltà di apprendimento; ricordare che la tutela della salute della comunità non si esaurisce nella battaglia al Covid-19, ma deve necessariamente includere la difesa della salute psicofisica, oggi gravemente minacciata in bambini e adolescenti. La prolungata mancanza di socialità e di una sana relazionalità didattica sta determinando tra i giovanissimi[2]un allarmante aumento dei casi di tentato suicidio e di autolesionismo, mentre la scarsa attività fisica e il dilatarsi del tempo trascorso davanti a tablet e PC inducono l’aumento dei casi di pubertà precoce.

ASSOCIAZIONI E COMITATI ADERENTI
A scuola! (Milano, Lombardia con sez. di Como, Lodi, Settimo Milanese e Umbria), Abruzzo A Scuola (Abruzzo), Associazione scuole aperte Campania (Campania), CIB – Chiedo per i Bambini (Calabria), Comitato Genitori Scuola in Presenza (Trieste, Friuli Venezia Giulia), Genitori per la scuola Benevento (Benevento, Campania), Giù le mani dalle mense (Arezzo, Toscana), La scuola a scuola Bologna, Emilia Romagna), La Scuola che vogliamo– Scuole Diffuse in Puglia (Puglia), La scuola è solo in presenza (Monza, Lombardia), Per la scuola in presenza– Ragazzi a scuola (Rimini, Emilia Romagna), Ravenna per la scuola – Persone contro la DAD (Ravenna, Emilia Romagna), Ri(n)corriamo la scuola (Firenze, Toscana), Riapriamo la scuola della Costituzione (Genova, Liguria), Ridateci la Scuola (Verona, Veneto), Scuola in presenza (Vicenza, Veneto), Scuole Aperte Cuneo (Cuneo, Piemonte), Scuole Aperte Mantova (Mantova, Lombardia), Scuole aperte Puglia (Acquaviva delle fonti, Puglia), SIP – Scuola in Presenza (Messina, Sicilia).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente