La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Alberto Anello: “Ne usciremo solo se si saprà guardare alla montagna avendo chiari i suoi problemi e le sue peculiarità”

Il sindaco di Casteldelfino racconta difficoltà e temi su cui riflettere per il futuro dopo un anno di emergenza coronavirus

La Guida - Alberto Anello: “Ne usciremo solo se si saprà guardare alla montagna avendo chiari i suoi problemi e le sue peculiarità”

Casteldelfino – “In quest’anno abbiamo dovuto inventarci un po’ di tutto, fino ad adesso non avevamo riferimenti in materia”. Nelle parole del sindaco Alberto Anello si ritrovano le difficoltà di tanti piccoli comuni di tutta Italia che un anno fa si sono trovati improvvisamente a dover gestire un’emergenza sanitaria. “Le prime chiusure avevano spaventato molti, ma per fortuna, seppur impossibilitati a spostarci, noi siamo serviti dai negozi e abbiamo un medico tutte le settimane – spiega Anello -. Poi con l’apertura nei mesi estivi siamo riusciti a vivere l’estate in modo quasi naturale. Tenendo conto di tutte le prescrizioni, come Comune abbiamo cercato di reinventarci e lavorare per offrire ai residenti e ai tanti turisti delle attività per promuovere il nostro territorio in modo nuovo. Fino ad ottobre ho visto numeri importanti, il problema vero si è verificato quando sono tornati gli stop tra regioni e poi tra i comuni, da quel momento tutto è cambiato. Siamo un territorio che vive anche di seconde case e questi impedimenti a spostarsi hanno pesato fortemente sull’economia del territorio”.
Da quel momento le difficoltà si sono fatte ancora più forti e le ricadute economiche pesanti. “Abbiamo avviato una campagna per sostenere le situazioni di povertà, ma le attività sono ancora in difficoltà e hanno bisogno di certezze per potersi organizzare in tempo per tornare a lavorare bene. Forse non c’è stata la volontà di capire che in montagna e nei piccoli centri il discorso della densità è meno impattante di quella delle città, abbiamo grandi spazi e il distanziamento è normale”.
Come sarà il futuro? “Ne usciremo solo se si saprà guardare alla montagna in modo diverso, avendo chiari i suoi problemi e le sue peculiarità. Sarebbe bello riuscire a pianificare serenamente il futuro e io sto già pensando alla stagione estiva, ma serve maggiore pianificazione nelle decisioni perché ci sono attività e manifestazioni da programmare che richiedono tempo e organizzazione”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente