La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 21 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Turismo, un anno difficile per la valle Varaita

Silvano Dovetta sindaco di Venasca e presidente dell'Unione Montana Valle Varaita racconta le difficoltà del territorio in un anno di coronavirus

La Guida - Turismo, un anno difficile per la valle Varaita

Venasca – Crisi del comparto turistico e difficoltà delle attività commerciali. Sono queste le criticità maggiori che si sono evidenziate nei piccoli centri della val Varaita in questi 12 mesi di emergenza sanitaria. Dal punto di vista sanitario nella prima ondata la nostra valle ha subito poco, mentre la seconda si è sentita più forte, con casi di contagio diffusi soprattutto nelle Case di riposo, ma anche tra i giovani con alcuni ricoveri ospedalieri”, racconta Silvano Dovetta sindaco di Venasca e presidente dell’Unione Montana Valle Varaita. 
“È stato un anno difficile, che ha portato un forte isolamento perchè è mancata del tutto la socializzazione, aspetto che già normalmente penalizza i nostri piccoli centri montani. A questo si aggiunge la mancanza di qualche servizio. La montagna paga le conseguenze di una politica che non ha pensato alle terre alte, ci sono persone – e lo abbiamo scoperto chiaramente durante questa pandemia – che verrebbero ad abitare nei nostri paesi, ma a causa della mancanza di alcuni servizi, come ad esempio la banda larga, rinunciano” continua.
“Le ripercussioni più grandi però ci sono state e ci sono ancora sul fronte commerciale-imprenditoriale della nostra valle, che quest’anno di Covid è stato veramente messo in ginocchio – dice Dovetta -. L’ultima batosta l’abbiamo ricevuta la scorsa settimana con lo stop alla riapertura degli impianti di risalita, non era certo la salvezza, ma poteva essere un aiuto. E poi le difficoltà che stanno vivendo bar e ristoranti, costretti ad aperture a singhiozzo, attività che hanno sofferto e stanno soffrendo tuttora. Come Comune abbiamo stanziato 35 mila euro per gli esercizi che hanno patito le conseguenze della prima ondata e adesso abbiamo aperto un bando per erogare un contributo di 2.500 euro a favore di chi ha effettuato investimenti nel corso del 2020”.

Servizio completo su La Guida di giovedì 25 febbraio 2021

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente