La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 8 marzo 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Un anno fa come oggi, 21 febbraio, la prima riunione task force Coronavirus

Avvenne venerdì pomeriggio 21 febbraio, nella sede dell’assessorato regionale alla Sanità del Piemonte: erano 20 casi accertati in Italia

La Guida - Un anno fa come oggi, 21 febbraio, la prima riunione task force Coronavirus

Cuneo  – In un anno è cambiato il mondo. Esattamente  un anno fa come oggi, 21 febbraio, era venerdì  nel pomeriggio, nella sede dell’assessorato regionale alla Sanità del Piemonte, si era tenuta la prima riunione straordinaria della task force regionale sul “Coronavirus covid-19” per fare il punto sulla situazione in Piemonte, dopo i casi di contagio in Lombardia. Erano 20 i casi accertati in Italia di cui 16 in Lombardia, 3 in Lazio e uno in Veneto dove c’era anche stata la prima vittima.

Riporta l’articolo de www.laguida.it di un anno fa: “L’assessore regionale alla Sanità ha illustrato in tempo reale la nuova ordinanza emanata dal ministro della Salute che prevede misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso risultato positivo e dispone la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni, con obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali. È seguita in videoconferenza la riunione della Unità di emergenza nazionale, in collegamento dalla sede della Regione Lombardia”,

Ma un anno fa in Piemonte, non erano ancora stati riscontrati casi di positività al virus. La Regione Piemonte aveva attivato il sistema di prevenzione e controllo sanitario e mantenendo uno stretto contatto con il Ministero della Salute e alle aziende sanitarie erano state ribadite le indicazioni dei protocolli internazionali e ministeriali riferite all’evolversi della situazione.

Il resto di questi 365 giorni, anzi 366 per via dell’anno bisestile, è storia nota a tutti.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente