La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 9 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ospedale di Cuneo non solo Covid, ma verso la ripartenza ordinaria

I ricoveri da Covid-19 calano (sono 80 a Cuneo), i reparti Covid vengono chiusi, ri ritorna alle visite ambulatoriali "P" programmate e qualche operazione, perché le liste di attesa si allungano ma il problema rimane il personale

La Guida - Ospedale di Cuneo non solo Covid, ma verso la ripartenza ordinaria

Cuneo – I ricoveri da Covid-19 calano in ospedale, i reparti Covid vengono chiusi e ritornano “bianchi”, le liste di attese di visite ambulatoriali, esami e operazioni mediche e chirurgiche si allungano.
L’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo sta lentamente cercando di ritornare alla normalità con una riattivazione progressiva di tutte le funzioni dell’ospedale extra-Covid. A Cuneo i reparti Covid chiusi nelle ultime settimane sono ormai due, già riconvertiti, i ricoveri sono circa 80. Gli ambulatori hanno ripreso non solo più per le visite urgenti e a 15 giorni ma anche in alcuni ambiti per le “P” programmate, mentre la radiologia ha quasi mai interrotto il suo lavoro ordinario. Resta il problema del personale, specialmente per gli anestesisti, molto occupati sul Covid. Anche perché il pronto soccorso è praticamente diventato doppio, un percorso con personale per il “rosso” Covid e uno per il “bianco” No-Covid, così come la medicina d’urgenza che rimane doppia con due terapie sub-intensive da 8 letti ciascuna.
“Sono tutti percorsi che occupano tanto personale – spiega Corrado Bedogni, direttore generale del Santa Croce – e riconversione che facciamo lentamente per non dover tornare indietro, speriamo, e non abbassare la guardia, ma stiamo cercando di riattivare posti letto e sale operatorie sia per l’area chirurgica che per quella medica”.

A spingere le Aso locali anche le indicazioni della Regione che chiedono una ripartenza dell’attività ordinaria negli ospedali. Secondo le indicazioni dell’assessorato, applicate dal Dirmei, le attività sospese a fine ottobre potranno infatti riprendere in maniera progressiva riorganizzando le liste d’attesa in base alla condizione clinica attuale del paziente. Rimane confermata la tutela specifica e la continuità per lo screening oncologico. In particolare, saranno riattivati i ricoveri nelle degenze chirurgiche dopo che il medico curante avrà verificato ed eventualmente aggiornato la classe di priorità delle patologie in lista d’attesa. Anche le attività ambulatoriali e clinico strumentali classificate come “Programmate” e come “Differibili” dovranno essere riattivate secondo le possibilità di ricovero e comunque dopo la rivalutazione dello stato di priorità.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente