La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 28 settembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Zona arancione o gialla? Il verdetto venerdì 29 gennaio

In programma per il fine settimana il monitoraggio che stabilirà in quale area sarà inserito il Piemonte a partire da inizio febbraio

La Guida - Zona arancione o gialla? Il verdetto venerdì 29 gennaio

Torino – Piemonte sempre Zona Arancione. Nonostante l’indice Rt nazionale sia in calo, sotto l’1, la situazione rimane complicata. Ieri e oggi il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato le nuove ordinanze che, inserendo nella Zona Arancione le new entry Sardegna e Lombardia, confermano l’area a medio rischio anche per il Piemonte (insieme a Calabria, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta).   Rimangono gialle solo Campania, Basilicata, Molise, Toscana e la Provincia autonoma di Trento.
Rimane confermata, per il Piemonte, la scadenza della precedente ordinanza, quindi la nostra regione sarà Zona Arancione fino al 31 gennaio. Venerdì 29 gennaio l’Istituto Superiore della Sanità procederà con il nuovo monitoraggio sul rischio epidemiologico dei singoli territori e di conseguenza si saprà in quale area saremo inseriti da inizio febbraio. Per il cambio di colore devono passare due settimane con l’Rt sotto la soglia, quindi in teoria il Piemonte – essendo in zona arancione da domenica 17 gennaio – potrebbe aspirare a passare di livello se i dati del contagio confermeranno il trend in discesa che si sta registrando in questi ultimi giorni.

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente