La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 23 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Continua il progetto “DigitaLibera” lanciato dall’associazione “LiberaVoce”

Sono una decina gli studenti che lavorano alla rigenerazione dei pc per le famiglie in difficoltà con la didattica a distanza

La Guida - Continua il progetto “DigitaLibera” lanciato dall’associazione “LiberaVoce”

Cuneo – Non si ferma l’iniziativa “DigitaLibera”, progetto dedicato alla rigenerazione dei pc per le famiglie in difficoltà con la didattica a distanza, promosso nel 2020 dall’associazione “LiberaVoce” di Cuneo, in collaborazione con il comune di Cuneo e l’Itis “Mario Delpozzo”.
Sono una decina ormai gli studenti coinvolti nel percorso accompagnato dal tecnico Fabrizio
Demurtas e dall’educatore Matteo Mancini della Cooperativa Caracol. Gli studenti, affiancati da un esperto, si ritrovano ogni martedì pomeriggio nel DigitaLab creato in un locale messo a disposizione dal Comune in via Fratelli Vaschetto nel Centro Cuneo 1 dove recuperano materiale informatico in disuso donato da privati e aziende. Pc, tablet e stampanti trovano così nuova vita e vengono destinati, su segnalazione degli Istituti comprensivi cittadini, agli allievi delle scuole primarie e secondarie di primo grado in difficoltà con la didattica a distanza per mancanza di apparecchiature o perché le famiglie non possono permettersi di acquistarne uno
per ogni figlio.
Le attrezzature donate e quelle distribuite vengono ritirate e consegnate solo su appuntamento
per limitare i rischi del contagio. Ad oggi sono un’ottantina le apparecchiature recuperate (cavi,
mouse, monitor, pc fissi e portatili, tablet, cellulari, chiavette usb…) di cui circa la metà
ricondizionati e distribuiti.
Il progetto ha avuto anche il sostegno della Fondazione Crc che, attraverso il bando “Ri-Attivare” ha permesso di acquistare pezzi di ricambio, creare uno spazio idoneo al lavoro di rigenerazione ed affiancare ai ragazzi figure competenti oltre ai volontari di LiberaVoce guidati dal presidente Francesco Danzi e dal docente di religione dell’Itis Stefano Girardi.
La raccolta di materiale informatico da recuperare continua! Per chi fosse interessato a donare
apparecchiatura in buono stato (viene rilasciata una regolare ricevuta) può scrivere a liberavocecuneo@gmail.com o telefonare al numero 339-1353708 (referente Paolo Macagno).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente