La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 8 marzo 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Riciclaggio tra Italia e Spagna, maxisequestro ad Albaretto (video)

La Guardia di finanza cuneese ha posto i sigilli a un immobile di lusso con annessi terreni e azienda agricola ad Albaretto della Torre: le accuse sono di riciclaggio e intestazione fittizia di beni. Tredici arresti e sequestri milionari anche in Spagna

La Guida - Riciclaggio tra Italia e Spagna, maxisequestro ad Albaretto (video)

Cuneo – Un maxisequestro in terra di Granda, ma alle spalle un’operazione internazionale tra Italia e Spagna: la Guardia di finanza cuneese ha posto i sigilli a un immobile di lusso con annessi terreni e azienda agricola ad Albaretto della Torre, in alta Langa, in località Tre Cunei (da cui il nome dell’operazione). Il provvedimento è stato disposto a dicembre dal Tribunale di Torino e potrà portare alla confisca del bene: si tratta di una misura di prevenzione, è prevista per il 9 febbraio la prima udienza.
Al centro delle indagini Giovanni Piero Montaldo, 77 anni, pregiudicato, con residenza in Spagna, dove aveva creato circa 40 società: il possedimento nell’albese, nelle disponibilità della sua famiglia, era decisamente sproporzionato rispetto alle sue dichiarazioni dei redditi. Pendono anche le ipotesi accusatorie di riciclaggio e intestazione fittizia di beni.
Dal monitoraggio di flussi finanziari, erano emersi movimenti milionari: 12 milioni di euro in arrivo dalla Spagna, 4 verso quel Paese, passaggi di somme anche in Svizzera.
Le Fiamme Gialle cuneesi hanno iniziato a indagare, ricostruendo la storia criminale del Montaldo (originario dell’alta Langa), che aveva subito condanne per ricettazione, assegni a vuoto e fatture per operazioni inesistenti; si era poi spostato in Spagna dagli anni Ottanta, creando un impero finanziario e immobiliare su cui si allungavano ombre di operazioni illecite e ipotesi di collegamento con la criminalità organizzata. In particolare, enormi operazioni dietro cui ci sarebbero stati fatti di corruzione, traffico di influenze ed evasione fiscale.
Decisiva l’azione della squadra investigativa comune italiana e spagnola, attivata con l’organismo di collaborazione giudiziaria europea Eurojust. Sono scaturite lunghe indagini tra i due Paesi; tra gli esiti, 13 arresti e sequestri milionari in Spagna. Per l’uomo, i procedimenti potrebbero quindi essere tre: la misura di prevenzione disposta dal Tribunale di Torino deriva dalla valutazione di “pericolosità sociale” per i reati commessi e per quelli ipotizzati, oltre ai redditi non dichiarati; il Tribunale di Asti segue il procedimento penale, legato alle ipotesi di riciclaggio; intanto le autorità fiscali e giudiziarie spagnole procedono anche sulle altre persone coinvolte nel sodalizio criminale internazionale.

Ecco il video di una delle fasi dell’operazione “Tre Cunei”

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente