La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 7 marzo 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Sì alla montagna, ma quest’anno prima la prudenza” (video)

Appello del Soccorso Alpino per la giornata "Sicuri in montagna": scegliere attività a basso rischio, perché la montagna dà comunque emozioni

La Guida - “Sì alla montagna, ma quest’anno prima la prudenza” (video)

Cuneo – Un appello forte, in questi mesi difficili, viene dal Soccorso Alpino per la giornata “Sicuri in montagna”, che quest’anno è dedicata al personale medico e sanitario impegnato nella lotto contro il Covid: sì alla montagna e allo sport, ma quest’anno prima di tutto deve venire la sicurezza, con la scelta di attività a basso rischio. Per evitare che gli incidenti in quota aggiungano ulteriore pressione a un sistema sanitario già in forte difficoltà.
È questo l’appello in un video diffuso dal Cnsas – Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico in questo momento centrale dell’inverno (per di più favorito da uno splendido sole in questi giorni, sulle Alpi Marittime), con immagini della grande bellezza tra neve e ghiaccio sulle alture e con un messaggio diretto: avremmo voluto parlarvi di tutto ciò, ma quest’anno l’invito è a scegliere attività a basso rischio in montagna, proprio per evitare incidenti. Sempre pronti a intervenire, rassicura il Soccorso Alpino, ma se possibile si eviti di mettere in pericolo se stessi e in difficoltà chi opera nella sanità.
“Scegliete un’altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente”. Insomma, la montagna dà comunque emozioni, anche quando si fa ancora più attenzione ai rischi, e la prudenza non limita la bellezza e la forza che la montagna sa regalare.
“Serve una grande responsabilità e scelte conseguenti – sottolinea Maurizio Dellantonio, presidente nazionale Cnsas -. Ogni incidente in montagna aggrava la mole di lavoro per l’intera sanità, impegnata nel fronteggiare l’emergenza Covid-19: lanciamo questo video per chiedere che gli sport a rischio in montagna siano per una volta messi in secondo piano nelle scelte degli appassionati. Le alternative non mancano e potrebbero essere occasione per scoprire attività, percorsi e località meno note”. Negli anni passati, ricorda il Cnsas, le missioni di soccorso superavano le 4.000 unità per ogni inverno. L’appello del Soccorso Alpino è nell’ambito del progetto “Sicuri in montagna”, il penultimo fine settimana di gennaio tradizionalmente dedicato alla prevenzione degli incidenti sulla neve. Quest’anno l’iniziativa è dedicata ai medici, agli infermieri e a tutto il personale sanitario italiano.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente