La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 6 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’addio a Olivio Cavallotto, uno dei grandi barolisti

Aveva 90 anni, nell'immediato dopoguerra iniziò a vinificare in proprio. L'impegno in Comune, Coldiretti, Consorzio Barolo-Barbaresco e Albeisa

La Guida - L’addio a Olivio Cavallotto, uno dei grandi barolisti

Castiglione Falletto – Il mondo del vino dice addio al grande barolista Olivio Cavallotto, 90 anni, risultato positivo al Covid e deceduto all’ospedale di Verduno pochi giorni dopo il ricovero. Nato a Castiglione Falletto nel 1930, fin dall’adolescenza ha creduto nella forza dei grandi vini di Langa: dopo la guerra con il fratello Gildo avviò la vinificazione in proprio, nel 1948 la prima etichetta propria di Barolo e nel 1967 la prima del Bricco Boschis, uno dei nomi “mitici” nel panorama langarolo. Oltre all’impegno professionale, quello amministrativo e associativo: consigliere comunale, vicepresidente Coldiretti Cuneo, fondatore del Consorzio Barolo e Barbaresco e dell’Unione produttori vini albesi Albeisa. Lascia i figli Laura, Giuseppe e Alfio, che portano avanti il suo lavoro in Tenuta Cavallotto.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente