La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 17 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Peveragno ha ricordato l’eccidio del 10 gennaio 1944

Una commemorazione silenziosa, in forma privata, nel rispetto delle disposizioni anticovid

La Guida - Peveragno ha ricordato l’eccidio del 10 gennaio 1944

Peveragno – Una commemorazione silenziosa, in forma privata, nel rispetto delle disposizioni contenute sul Dpcm del 3 dicembre, che impone lo svolgimento delle cerimonie pubbliche in assenza di platea. Così nella mattinata di domenica il sindaco Paolo Renaudi ha ricordato l’Eccidio del XXX Martiri, avvenuto il 10 gennaio 1944 per mano dei nazifascisti nell’allora piazza Paschetta. “Da quasi un anno la nostra comunità è colpita da una crisi di dimensioni mondiali – ha detto il primo cittadino – che ci ha imposto delle rinunce. Tra le conseguenze anche l’impossibilità di trovarci oggi su questa piazza, per commemorare con la dovuta dignità i martiri del 10 gennaio. Avremmo voluto avere i ragazzi delle scuole, le famiglie dei caduti e i rappresentanti di associazioni e istituzioni, ma è forte la consapevolezza che non basterà un virus per cancellare dai cuori e dalla memoria dei peveragnesi l’eccidio. Rimane il nostro impegno a continuare a lavorare non solo perché si ricordi, ma perché si possa impedire che si verifichino le condizioni per il ritorno di un’epoca buia come quella della seconda guerra mondiale. Quando sarà possibile torneremo in piazza per celebrare e ricordare in modo degno i nostri caduti”.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente