La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 30 luglio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Agricoltura e Covid, servono più fondi per sostenere le imprese

Misura 21 del Psr 2014-2020, Coldiretti chiede un sostegno più deciso a zootecnia (in particolare bovini), florovivaismo e apicoltura

La Guida - Agricoltura e Covid, servono più fondi per sostenere le imprese

Cuneo – Il mondo delle organizzazioni professionali agricole attende risposte e soprattutto risorse sugli interventi a sostegno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi legata alla pandemia e all’emergenza sanitaria: dopo l’iniziale apprezzamento per la definizione della Misura 21 del Psr (in sostanza, destinare parte dei fondi europei gestiti dalla Regione per il primario 2014-2020 e non ancora spesi ai settori più in crisi attraverso interventi straordinari), ora le associazioni vanno in pressing sulle istituzioni per chiedere l’incremento dei fondi disponibili, per il comparto zootecnico (in particolare i bovini da carne), il florovivaismo e l’apicoltura.
“È quanto mai necessario che la Regione aumenti la dotazione finanziaria per soddisfare tutte le domande”, è la presa di posizione dei vertici regionali di Coldiretti, che sottolinea l’urgenza di sostenere chi alleva bovini, che invece rischierebbe di non ottenere il sostegno previsto perché i fondi destinati non sono sufficienti. Proprio la zootecnia è tra i comparti messi maggiormente in crisi dalla chiusura dei ristoranti, che rappresentano un importante canale di commercializzazione dei pregiati tagli della Piemontese.
“Grazie alle nostre sollecitazioni dei giorni scorsi, è stata compiuto un primo, fondamentale passaggio, che ha permesso di superare la criticità legata alle modifiche al bando attuate in corsa dall’assessorato all’agricoltura – spiegano Roberto Moncalvo e Bruno Rivarossa -, ma ora serve un ulteriore sforzo per far sì che tutte le 6.600 imprese che hanno presentato domanda possano ricevere, in misura integrale, quanto spetta loro.
Sulla questione dei fondi Psr e sull’efficienza nella loro gestione si batte da mesi Confagricoltura Piemonte: “Sulle risorse del Piano di sviluppo rurale siamo a una spesa intorno al 55% sul periodo 2014-2020, mentre altre zone del Paese sono al 70%, per non parlare degli altri Stati. La capacità di spesa è troppo bassa, non riusciamo a sfruttare e investire questi fondi, di cui l’agricoltura ha invece bisogno, soprattutto in questo periodo: servono bandi impostati in modo più efficace e nuove politiche per rispondere alle esigenze del settore. Le nostre organizzazioni sono a disposizione per aiutare le istituzioni nella programmazione”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente