La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 28 novembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sciopero pubblico impiego, presidio a Cuneo e a Verduno

Giornata di mobilitazione lanciata dai sindacati, che chiedono un vero rinnovamento della pubblica amministrazione

La Guida - Sciopero pubblico impiego, presidio a Cuneo e a Verduno

Cuneo – Secondo i primi riscontri, viene considerata positivamente l’adesione allo sciopero del pubblico impiego proclamato per oggi, mercoledì 9 dicembre: dalle segreterie provinciali delle sigle del comparto per i sindacati confederali (Fp Cgil, Cisl Fp e Uilfpl-Uilpa) viene organizzato un doppio presidio, a Cuneo e a Verduno. Inoltre dai sindacati giunge l’appello “Rinnoviamo la pubblica amministrazione: sicurezza, assunzioni, contratti”, con tanto di cartolina da inviare al governo. Ecco la sintesi delle rivendicazioni del comparto pubblico in questa giornata.
“Lo slogan di presentazione dello sciopero di oggi è la sintesi di anni di richieste, male, o mai, evase dai governi di turno. Sicurezza, assunzioni, contratti: tre tematiche, tre proposte di rinnovamento per garantire ai cittadini servizi degni di essere chiamati tali, realmente utili e efficienti. Il nostro Paese è ultimo in Europa per percentuale di lavoratori occupati nel pubblico impiego, il 5,7% contro il 18,43%, dati Ocse in rapporto alla forza lavoro complessiva. Dati che evidenziano il prezzo da pagare per i tagli decennali al settore, confermati purtroppo nella prima bozza di legge di bilancio 2021, tanti i pensionamenti ordinari e per quota 100, parliamo di 500.000 dipendenti in meno mai rimpiazzati da nuove assunzioni. È evidente a tutti che una pubblica amministrazione in cui scarseggiano le risorse umane significa in pratica liste d’attesa lunghe, uffici meno efficienti, code e burocrazia sempre più incompatibile con le esigenze e i bisogni reali dei cittadini utenti.
Rinnovare la pubblica amministrazione significa investire in assunzioni e formazione del personale esistente, significa dare risposte a 195.000 precari che, già oggi , lavorano nel settore, troppi persino per la Commissione europea che ha già avviato una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia, significa rinnovare il contratto nazionale valorizzando le professionalità.
Due gli appuntamenti in provincia, in concomitanza con lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori del settore. Le tre sigle sindacali provinciali, Fp Cgil, Fp Cisl, Fp e Pa Uil, organizzano, dalle 10.30 alle 12, due presidi in realtà differenti ma particolarmente simboliche per il nostro territorio. A Cuneo davanti al palazzo degli uffici finanziari in via San Giovanni Bosco, una delle operazioni immobiliari nate dalla cartolarizzazione berlusconiana e finita nelle mani delle finanziarie; a Verduno davanti all’entrata del nuovo ospedale Ferrero, aperto di recente in funzione dell’emergenza sanitaria”.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente