La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 28 gennaio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Se i cuneesi non vanno a teatro, il teatro (Toselli) entra nelle loro case

Presentato il nuovo calendario di appuntamenti natalizi che si terranno online per tutto il mese di dicembre. Ogni giorno una pillola artistica per restare vicini anche da lontano

La Guida - Se i cuneesi non vanno a teatro, il teatro (Toselli) entra nelle loro case

Cuneo – Il mondo dello spettacolo cuneese non si ferma e, in vista del Natale, rilancia con un ricco e vario calendario di appuntamenti online in programma dal Teatro Toselli sotto la direzione artistica della compagnia Il Melarancio. L’appuntamento sarà, a partire da oggi (2 dicembre), sulla pagina Facebook del Toselli con un sketch affidato ad un artista diverso: ogni giorno alle 16.30 fino a fine mese si susseguiranno piccole pillole di tre minuti ciascuna all’insegna di musica, arte, circo, prosa, per continuare a fruire dello spettacolo anche a distanza. Occasioni diverse per coltivare, nonostante la sospensione dello spettacolo dal vivo, il rapporto con il pubblico attraverso uno strumento come il web che si pone ancora una volta l’ambizioso obiettivo di farci divertire, sorridere, emozionare, ma anche incontrare, crescere e imparare, rimanendo ognuno a casa propria.

Gli spettacoli inizieranno questo sabato (5 dicembre) con il concerto dell’ottetto di fiati dell’Orchestra Bartolomeo Bruni che proporrà musiche di Mozart, Krommer e Beethoven, di cui quest’anno ricorrono i 250 anni dalla nascita. Saranno recuperati anche altri due spettacoli della stagione Bruni d’Autunno che avrebbe dovuto iniziare in presenza l’8 novembre ma che è stata sospesa per l’emergenza: la musica classica tornerà ad essere protagonista il 19 e il 28 dicembre.

Ancora musica con gli appuntamenti promossi da Promocuneo, Amici della Musica e l’associaizone Incontri d’Autore. Il 17 dicembre si esibirà il maestro Gianmaria Bonino al forte piano per un programma nel solco della tradizione viennese di fine Settecento e inizio Ottocento mentre si riconferma il concerto di Capodanno che quest’anno avrà di tradizionale solo la data. L’appuntamento accompagnerà i cuneesi e non solo nel passaggio all’anno nuovo tra spettacoli, ospiti e tante sorprese.

Trova spazio nel calendario natalizio digitale anche la lirica che però si rinnova e si trasforma per adattarsi al nuovo mezzo: la scelta è ricaduta sull’opera comica Don Pasquale che, con un cast internazionale, si propone di strappare qualche sorriso anche da lontano; l’appuntamento è per il 21 dicembre.

Grande ritorno la sera di Natale anche per “Stasera non viene nessuno”: una serata in compagnia di tecnici, professionisti dello spettacolo e artisti per scoprire più da vicino questo fantastico mondo che nonostante le difficoltà della pandemia vuole ancora una volta raccontarsi e svelarsi perché è proprio nella relazione con il pubblico che trova l’empatia, l’energia e la forza per andare avanti.

Gli organizzatori non si sono poi dimenticati dei bambini: l’8 dicembre un appuntamento con Il Melarancio tutto dedicato a loro mentre il 26 dicembre il Gioco della stella in un nuovo formato itinerante in musica tra i cortili e le vie della città perché se i cuneesi non possono andare a teatro, il Toselli trova sempre il modo di entrare in casa loro.

Il programma dettagliato sarà presto disponibile sul sito del Comune di Cuneo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente