La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 19 gennaio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Piemonte in zona arancione: cosa cambia

Coprifuoco dalle 22 alle 5; spostamenti vietati tra Comuni e Regioni, ma liberi all'interno del luogo di residenza; le medie tornano a scuola; aprono i negozi al dettaglio

La Guida - Piemonte in zona arancione: cosa cambia

Piemonte zona arancione

Roma – Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 27 novembre, una nuova ordinanza con la quale il Piemonte passa in zona arancione, affiancando Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria, Puglia, Calabria, Basilicata.
L’ordinanza sarà in vigore da domenica 29 novembre a giovedì 3 dicembre, giornata in cui  è atteso il nuovo Dpcm.
L’area arancione è definita a rischio medio alto, con “una situazione di trasmissibilità sostenuta e diffusa, nonché rischi di tenuta del sistema sanitario nel medio periodo”.
– Nei territori di questa fascia resterà vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino, salvo per comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.
– Sempre vietati gli spostamenti da una regione all’altra e da un Comune all’altro.
– All’interno del Comune di residenza ci si può muovere liberamente, seppure si raccomanda di evitare gli spostamenti non necessari.
Bar e ristoranti continuano ad essere chiusi 7 giorni su 7: consentito solo l’asporto fino alle 22.
– I negozi al dettaglio sono aperti, mentre i centri commerciali saranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione di edicole, tabaccherie, farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari presenti al loro interno.
– Le scuole medie tornano in presenza, mentre restano in didattica a distanza le superiori.
– Restano chiusi palestre, piscine, cinema, teatri e musei. Aperti i centri sportivi.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente